rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca Milano

Maltempo a Milano, dopo il Seveso esonda anche il Lambro: strade inondate e tombini saltati

Bomba d'acqua a Milano: sottopassi allagati, auto ferme e tombini che esplodono. I temporali hanno ingrossato i due corsi d'acqua che attraversano la città, acqua e fango hanno inondato diverse strade della zona nord

Giornata da incubo per Milano: la città è stata colpita da intensi nubifragi e conseguenti allagamenti di strade e sottopassi. E dopo il Seveso è esondato anche il fiume Lambro. Acqua e fango hanno inondato diverse strade della zona nord della città. Viale Fulvio Testi è andato completamente sott'acqua. Per i pedoni l'acqua arriva fino alle ginocchia. Ci sono decine di auto ferme in coda e la polizia locale è a ogni incrocio per cercare di smistare il traffico. Già molte cantine - preventivamente "coperte" con i sacchi di sabbia - sono allagate.

Maltempo a Milano, esondano Seveso e Lambro: la situazione

Alcuni tombini, come è possibile vedere in questo video, non hanno resistito alla pressione e sono "scoppiati" come geyser. Situazioni simili si sono verificate in via Ca' Granda e in Viale Sarca. L'esondazione del Seveso è terminata intorno alle 9.30 ma altri temporali sono previsti nel corso della giornata.

Come spesso accade, il primo ad uscire dagli argini è stato il torrente Seveso proprio nel punto dove attraversa il quartiere Pratocentenaro nel sottosuolo. Erano circa le 7.30. Poi, nel corso della mattinata, è toccato al Lambro. L'esondazione non si è limitata al parco Lambro ma ha interessato anche diverse strade del quartiere Ponte Lambro. Via degli Umiliati, per esempio, è stata totalmente inondata e in altre strade del quartiere i tombini sono saltati.

Dall'inizio dell'emergenza, i vigili del fuoco hanno ricevuto circa duecento chiamate di intervento. Più di cento i pompieri chiamati a fronteggiare la situazione. A seguito delle esondazioni dei fiumi, i vigili del fuoco hanno dovuto soccorrere molte persone rimaste bloccate all'interno di vetture per l'allagamento di sottopassi.

Gli interventi hanno riguardato cornicioni e alberi pericolanti, cantine allagate, ascensori bloccati e, appunto, il recupero di mezzi rimasti in panne nei numerosi sottopassi allagati. "La situazione - fanno sapere dal comando provinciale - è sotto controllo e non si segnalano ormai gravi criticità nella gestione del soccorso tecnico-urgente".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo a Milano, dopo il Seveso esonda anche il Lambro: strade inondate e tombini saltati

Today è in caricamento