rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Freddo e disagi

Italia tra gelo e maltempo, nelle Marche paura per i fiumi: "Salite ai piani alti"

Scuole chiuse in più regioni. Non solo paesaggi da favola, ma anche disagi. La situazione da Nord e Sud, le cose da fare (e da non fare) in caso di forti nevicate

Il maltempo accomuna nelle ultime ore gran parte delle regioni italiane, da Nord a Sud. Per oggi, lunedì 23 gennaio, c'è allerta arancione della Protezione civile su settori di Emilia-Romagna e Marche. C'è invece l'allerta gialla su Abruzzo, Molise e su settori di  Emilia-Romagna, Marche, Umbria, Campania e Basilicata.  In alcune zone però pioggia e neve hanno portato non paesaggi da cartolina, ma disagi. Nelle Marche i fiumi fanno paura. A Senigallia il Comune lancia l'allerta: "Salite ai piani alti".

23 gennaio protezione civile

Nella zona di Senigallia (Ancona), colpita dall'alluvione dei fiumi Misa e Nevola lo scorso settembre, a causa delle intense piogge, "tutti gli idrometri a monte hanno superato i livelli di sicurezza, l'innalzamento continua costante".

comune di senigallia

Il Comune fa sapere che l'ondata di piena del Misa "attraverserà il centro città. A Bettolelle "è arrivato ai 3 metri superando i livelli di guardia" e dunque l'amministrazione invita a "salire ai piani alti".

In via precauzionale, sono state chiuse varie strade come quella che collega Brugnetto a Bettolelle, lo stradone del Misa, ma anche alcuni supermercati, l'ufficio postale e il distretto sanitario di Via Campo Boario fino alle 10. A Senigallia chiusi anche i centri diurni per disabili, gli impianti sportivi comunali e le biblioteche. Sospesi i mercatini. 

Misa ingrossato-2

Allerta meteo gialla e arancione: dove nevicherà oggi e cosa succede nei prossimi giorni

Nevica a Bologna e scatta il piano del Comune con alcuni spazzaneve dalle 6 del mattino attivati sui colli, dove le strade ieri sera sono state salate. Anche in città, dall'una fino alle 7, è stata fatta una salatura della viabilità principale e la salatura manuale dei marciapiedi nelle zone prioritarie previste dal Piano (scuole, fermate del Servizio ferroviario metropolitano, ponti). 

Scene simili a Modena, dove è stato attivato il servizio di salatura preventiva di ponti, cavalcavia e sottopassi con l'obiettivo di evitare la formazione di ghiaccio sulle strade.I tecnici del Comune stanno monitorando la situazione ed è stato attivato anche il servizio neve, con il preallerta per le lame da utilizzare nel caso le precipitazioni nevose lo rendano necessario. 

In Toscana il Soccorso alpino e speleologico sta intervenendo dal tardo pomeriggio di ieri nel comune di Marradi per un gruppo di escursionisti in difficoltà bloccato nella zona del Monte Lavane a 1242 metri di altezza. Gli escursionisti, sorpresi dal maltempo, sono riusciti a raggiungere la Capanna del Partigiano, un bivacco dove hanno trovato riparo per la notte. Le squadre hanno raggiunto il bivacco, con non poche difficoltà. Adesso stanno scendendo tutti insieme. Le condizioni meteo però rendono le procedure complesse: non può alzarsi in volo l'elicottero e le comunicazioni sono estremamente complicate dalla mancanza di copertura telefonica e radio.

Scuole chiuse per neve a L'Aquila. Al momento sono in azione 12 mezzi del Comune con l'ausilio di 13 ditte private per ripristinare la viabilità. L'invito del primo cittadino è a mettersi in macchina "solo se strettamente necessario".  

neve norcia

Forti nevicate anche in diversi comuni della fascia dell'Appennino umbro-marchigiano. I sindaci hanno disposto la chiusura temporanea delle scuole a Gualdo Tadino, Nocera Umbra, Cerreto di Spoleto, Norcia, Spoleto e Scheggia e Pascelupo. Fiocchi anche sulla città di Perugia, Foligno e Spoleto che stamani si sono risvegliate tutte imbiancate

Dopo la tregua di ieri la neve è tornata a cadere nella notte sulle vette più alte della provincia di Foggia. Al lavoro i mezzi spargisale e spazzaneve per consentire la viabilità lungo le principali arterie stradali.  
Scuole chiuse a Monteleone, paese con l'altitudine maggiore della Puglia, e a Faeto. 

Il maltempo che si è abbattuto nelle ultime ore sulla Calabria ha provocato la chiusura temporanea della strada statale 18 a causa di una frana in prossimità della galleria Coreca, nel comune di Amantea. I vigili del fuoco hanno evidenziato "l'instabilità del versante con pericolo per la circolazione stradale". Il tratto di strada è stato quindi chiuso al traffico in entrambe le direzioni nel tratto tra Campora e Amantea.

Cosa fare in caso di forti nevicate

Queste le indicazioni della Protezione civile in caso di abbondanti nevicate.

  • Verifica la capacità di carico della copertura del tuo stabile (casa, capannone o altra struttura). L’accumulo di neve e ghiaccio sul tetto potrebbe provocare crolli.
  • Preoccupati di togliere la neve dal tuo accesso privato o dal tuo passo carraio. Non buttarla in strada, potresti intralciare il lavoro dei mezzi spazzaneve
  • Se puoi, evita di utilizzare l’auto quando nevica e, se possibile, lasciala in garage. Riducendo il traffico e il numero di mezzi in sosta su strade e aree pubbliche, agevolerai molto le operazioni di sgombero neve.

-Se sei costretto a prendere l’auto segui queste piccole regole:

  • libera interamente l’auto e non solo i finestrini dalla neve;
  • tieni accese le luci per renderti più visibile sulla strada;
  • mantieni una velocità ridotta, usando marce basse per evitare il più possibile le frenate.  Prediligi, piuttosto, l’utilizzo del freno motore
  • evita manovre brusche e sterzate improvvise;
  • accelera dolcemente e aumenta la distanza di sicurezza dal veicolo che ti precede;
  • ricorda che in salita è essenziale procedere senza mai arrestarsi. Una volta fermi è difficile ripartire e la sosta forzata della tua auto può intralciare il transito degli altri veicoli;
  • parcheggia correttamente la tua auto in maniera che non ostacoli l’opera dei mezzi sgombraneve;
  • presta particolare attenzione ai lastroni di neve che, soprattutto nella fase di disgelo, si possono staccare dai tetti;
  • non utilizzare mezzi di trasporto a due ruote.

 Cosa fare dopo le nevicate

  • Ricorda che, dopo la nevicata, è possibile la formazione di ghiaccio sia sulle strade che sui marciapiedi. Presta quindi attenzione al fondo stradale, guidando con particolare prudenza.
  • Se ti sposti a piedi scegli con cura le tue scarpe per evitare cadute e scivoloni e muoviti con cautela.
  • Quando l’inverno è alle porte è importante informarsi sull’evoluzione della situazione meteo, ascoltando i telegiornali o i radiogiornali locali.

Consigli protezione civile

Tutte le notizie su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Italia tra gelo e maltempo, nelle Marche paura per i fiumi: "Salite ai piani alti"

Today è in caricamento