rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
In fuga col "bottino" / Ancona

Non denunciano la morte del marito e padre, intascano 75mila euro di pensione e scappano all'estero

La coppia, residente in provincia di Ancona, non ha comunicato all'Inps il decesso del marito della donna, continuando a percepire oltre 5mila euro al mese

Dopo aver indebitamente intascato 75mila euro di pensione, una donna i 82 anni, originaria di Morrovalle e residente in Vallesina, in provincia di Ancona, si è data alla fuga insieme al figlio 60enne: entrambi adesso rischiano di finire a processo per truffa ai danni dello Stato. Tutto è iniziato con la morte del marito della donna che, dopo non aver comunicato il decesso all'Inps, ha continuato a percepire l'assegno pensionistico del coniuge.

Secondo la Procura di Ancona, che ha aperto un fascicolo d'indagine dopo una denuncia fatta dall'ente previdenziale, la coppia ha così intascato 14 mensilità e mezzo che non erano loro dovute, per un totale di quasi 75mila euro. I due hanno poi lasciato l'Italia, con Panama che sembra al momento la destinazione più plausibile.

Il defunto marito della donna, morto nel giugno del 2013, era titolare di due pensioni, una lavorativa di circa 4.700 euro al mese e una per invalidità civile che gli faceva avere altri 508 euro al mese. Non comunicando il decesso dell'uomo, gli oltre 5mila euro hanno continuato ad arrivare regolarmente sul conto corrente dei coniugi, almeno fino a quando non è venuto a galla l'inganno.

La Procura intanto ha chiesto il processo sia per la donna di 82 anni che per il figlio 60enne: l'udienza preliminare, in programma lunedì 8 novembre, è stata rinviata al 21 febbraio, così da consentire all'Interpol di notificare gli atti ai due imputati.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non denunciano la morte del marito e padre, intascano 75mila euro di pensione e scappano all'estero

Today è in caricamento