rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
La sentenza

Manolo Portanova: il calciatore condannato a 6 anni per stupro di gruppo

La pena è stata stabilita dal tribunale di Siena in rito abbreviato. Condannato per lo stesso numero di anni anche lo zio del giocatore

Manolo Portanova, calciatore 22enne del Genoa e della Nazionale under 21, è stato condannato a sei anni dal tribunale di Siena per violenza sessuale di gruppo, in relazione agli abusi denunciati da una studentessa 22enne in un appartamento del centro storico della città toscana. Condannato alla stessa pena anche lo zio del calciatore, Alessio Langella. Entrambi avevano scelto il rito abbreviato. Il terzo indagato, Alessandro Cappiello - che invece ha optato per il rito ordinario - è stato rinviato a giudizio alla fine dell'udienza preliminare. La posizione di un quarto indagato, minorenne all'epoca dei fatti, sarà esaminata da tribunale dei minorenni di Firenze.

Nel processo di primo grado la giudice del tribunale di Siena ha accolto tutte le richieste presentate dall'accusa: oltre ai sei anni di reclusione, Portanova è stato condannato a pagare 100mila euro alla ragazza, 20mila alla madre e 10mila all'associazione "Donna chiama donna" di Siena, costituitasi parte civile nel processo.

I fatti risalgono alla notte tra il 30 e il 31 maggio 2021, e sarebbero avvenuti in un appartamento del centro storico di Siena. Secondo le accuse, Manolo Portanova e la giovane si sarebbero appartati in una stanza e poco dopo sarebbero sopraggiunte le altre persone accusate dello stupro. A quel punto la vittima avrebbe opposto rifiuto, subendo però la violenza sessuale, sempre secondo l'accusa. La difesa ha sempre sostenuto che il rapporto fosse consenziente. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manolo Portanova: il calciatore condannato a 6 anni per stupro di gruppo

Today è in caricamento