rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Il caso / Colombia

Arrestato Marco di Nunzio, autore del "testamento colombiano" di Berlusconi

Secondo il documento, il Cavaliere avrebbe lasciato all'imprenditore torinese 26 milioni, uno yacht, le ville ad Antigua nelle Antille e il 2% della Fininvest

È stato arrestato in Colombia Marco Di Nunzio, l'imprenditore piemontese accusato di truffa e falso per un presunto testamento di Silvio Berlusconi. Secondo il documento, nel settembre 2021 il Cavaliere avrebbe lasciato all'imprenditore torinese 26 milioni, uno yacht, le ville ad Antigua nelle Antille, e soprattutto il 2% della Fininvest. Nel contesto dell'indagine coordinata dal pm Marco Viola è stata sentita anche Marta Fascina, la quale ha escluso che l'ex premier si trovasse in Colombia il 21 settembre 2021. La deputata e ultima compagna del Cavaliere aveva fornito le copie di  un'agenda documentando dov'era e cosa aveva fatto Berlusconi. La posizione dell'imprenditore 55enne si è poi aggravata con l'ulteriore accusa di tentata estorsione ai danni dei figli di Berlusconi.

Il testamento colombiano di Berlusconi sarebbe falso

Nel corso delle indagini è emerso come Di Nunzio abbia formato "ben tre diversi falsi testamenti olografi asseritamente riconducibili a Silvio Berlusconi, sottoscritti n data 21 settembre 2021 nell’ufficio della "Notaria primera di Cartagena Bolivar, con cui veniva disposto in suo favore il lascito di liquidità, quote societarie, imbarcazioni e immobili". L'ordine di arresto è stato emesso dalle autorità di Bogotà, mentre il procuratore di Milano Marcello Viola e la pm Roberta Amadeo hanno chiuso le indagini in vista della richiesta di processo 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato Marco di Nunzio, autore del "testamento colombiano" di Berlusconi

Today è in caricamento