Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Roma

Morto Marco Prato, il killer di Luca Varani si è tolto la vita in cella

Il giovane romano, in carcere insieme a Manuel Foffo per l'omicidio di Luca Varani, si è tolto la vita nella notte.  

Marco Prato

Si è tolto la vita nel carcere di Velletri Marco Prato, il giovane romano finito in cella insieme con Manuel Foffo per l'atroce delitto di Luca Varani.

Prato era stato trasferito dal carcere di Regina Coeli a quello di Velletri a marzo ed era in attesa della sentenza. Intorno all'una e dieci della notte scorsa il giovane si è recato in bagno, ha infilato la testa in un sacchetto di plastica e ha respirato il gas contenuto nella bombola che è in dotazione ai detenuti.

Dopo la condanna a 30 anni di Foffo, Prato aveva scelto di farsi processare con il rito abbreviato. Dall'inizio del processo ad aprile aveva sempre detto di essere innocente, scaricando tutta la colpa sul complice Foffo. Proprio durante il soggiorno a Regina Coeli aveva scoperto di essere sieropositivo

IL DELITTO L'orrore di cui si sono macchiati Marco Prato e Manuel Foffo avvenne il 4 marzo del 2016, quando i due torturarono e uccisero il 23enne Marco Varani al termine di un festino a base di alcol e droga, con il corpo della vittima straziato dalla follia dei due aguzzini. Forse l'idea di una vita in carcere e il rimorso per il delitto hanno spinto Prato a farla finita.

L'ULTIMO MESSAGGIO “Non ce la faccio a reggere l’assedio mediatico che ruota attorno a questa vicenda. Io sono innocente”. Così ha scritto Marco Prato, accusato dell’omicidio di Luca Varani. Il testo è stato ritrovato nella cella del carcere di Velletri dove il giovane si è tolto la vita. Secondo quanto si apprende nel biglietto il giovane chiede anche un medico per il padre quando gli arriva la notizia del suo suicidio.

L'AVVOCATO: "NON SI E' UCCISO PER RIMORSO" “La morte di Marco Prato è una tragedia nella tragedia e mi riferisco al povero Luca e ai suoi genitori. Non penso che Prato si sia tolto la vita per rimorso e pentimento”. Così ha detto l’avvocato Alessandro Cassiani, parte civile nel processo per l’omicidio di Luca Varani. Il penalista assiste la famiglia della vittima.

“Da quel punto di vista nè lui nè Manuel Foffo si sono comportati bene con i genitori di Luca – ha continuato il legale – Credo piuttosto che alla base del suicidio ci siano più fattori: fermo restando che il carcere era l’unica strada che lui e Manuel Foffo hanno meritato per la gravità del fatto loro attribuito, ritengo che abbiano pesato su Prato la lunga detenzione, l’estenuante attesa del processo che ha dovuto subire due rinvii per lo sciopero degli avvocati quando si sarebbe potuto chiudere in fretta optando per il rito abbreviato, come ha fatto l’altro imputato, e soprattutto il fatto che in udienza avrebbe deposto, su citazione della Procura, lo stesso Foffo, che avrebbe scaricato sull’ex amico ogni responsabilita”.

IL LEGALE DI FOFFO: "MORTE ANNUNCIATA" “E’ una notizia tragica ma io per mesi mandando fax e facendo istanze avevo segnalato il rischio a cui poteva andare incontro anche Manuel Foffo”. Così ha detto l’avvocato Michele Andreano che ha per oltre un anno assistito il giovane condannato a 30 per l’omicidio di Luca Varani. Il penalista è intervenuto rispetto alla notizia del suicidio di Marco Prato, che per la stessa vicenda era stato mandato a giudizio. “Questa vicenda riapre la questione del controllo che alcuni detenuti devono necessariamente avere all’interno delle carceri – ha continuato Andreano – Attualmente Foffo è detenuto a Rebibbia in una struttura sorvegliata. Per Prato non so qualche fosse il regime cui era sottoposto ma i controlli sono assolutamente necessario”.

LA FIDANZATA DI VARANI: "UNA VITA E' UNA VITA" “Una vita è una vita. Sono scioccata per quanto accaduto… Solo due parole : silenzio e rispetto per il lutto delle famiglie. Grazie”. Così afferma in un post su facebook Marta Gaia Sebastiani, la compagna di Luca Varani. Il riferimento è al suicidio di Marco Prato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto Marco Prato, il killer di Luca Varani si è tolto la vita in cella

Today è in caricamento