Domenica, 16 Maggio 2021
Roma

Marco Querini, investito sulla Roma-Fiumicino: si era fermato per raccogliere dei soldi?

I soccorritori e le forze dell'ordine hanno individuato, non lontano dal corpo, agonizzante, alcune banconote. Di qui due ipotesi: potrebbe aver cercato di recuperare soldi volati fuori dalla sua auto. Oppure il denaro era già sull'asfalto. Nessuna certezza

Marco Querini aveva 56 anni. E' morto ieri sulla Roma Fiumicino investito da un'auto. Il giorno dopo, la dinamica del dramma non appare ancora molto chiara, ma ci sono alcuni elementi in più. Querini potrebbe aver deciso di accostare per recuperare dei soldi. Certo è che in quel momento transitava una Fiat 500 che l'ha investito e ucciso. Cosa abbia spinto Querini ad accostare l'auto e a scendere dal veicolo è la principale domanda. I soccorritori e le forze dell'ordine hanno individuato, non lontano dal corpo, agonizzante, alcune banconote. Di qui due ipotesi.

C'è l'ipotesi - scrive oggi RomaToday - che il denaro, a causa forse del finestrino aperto della sua Opel Corsa, possa essere volato via, spingendo la vittima a fermare l'auto sulla corsia d'emergenza e a scendere per recuperarlo. Ieri pomeriggio alla stazione dei carabinieri di Villa Bonelli si è presentato un uomo, testimone dell'incidente. Ai militari ha consegnato 360 euro raccolti vicino al luogo dell'investimento - il chilometro 6 e 800 in direzione Roma - e ha raccontato di come altre persone, una volta fermate le auto per l'incidente, abbiano preso e portato via le banconote. 

Altra ipotesi è che i soldi fossero già presenti in strada e che Querini, dopo averli visti, abbia deciso di fermare l'auto per recuperarli. Non ci sono certezze, le indagini proseguono.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marco Querini, investito sulla Roma-Fiumicino: si era fermato per raccogliere dei soldi?

Today è in caricamento