Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca Venezia

"Troppa fila allo sportello", perde la testa e 'sequestra' impiegata delle Poste

Un uomo ha dato in escandescenza indispettito per la coda allo sportello. Ha danneggiato computer e Pos e ha poi ha chiuso la donna in un ufficio

Immagine di repertorio

Indispettito per la lunga coda allo sportello delle Poste di Marghera, un 52enne veneziano ha dato in escandescenza, buttando all'aria gli oggetti che si trovavano su un tavolo e arrivando poi a insultare una delle impiegate e a bloccarla all'interno di una sala dell'ufficio.

Il direttore ha chiamato subito la polizia, segnalando un individuo violento. All'arrivo della volante, l'uomo - identificato come B.M. - ha spiegato di essersi arrabbiato perché gli impiegati delle Poste non svolgevano bene il proprio lavoro. Secondo il racconto dei testimoni, l'uomo ha reagito in malo modo quando gli impiegati gli hanno chiesto di pazientare in fila.

B.M. qual punto avrebbe iniziato a rompere gli oggetti sulla scrivania, danneggiando un computer, un dispostivo POS, una penna per la firma digitale e numerose biro. Dopo di che, l'uomo ha chiuso la porta a vetri della sala delle consulenze e ha costretto la dipendente a rimanere bloccata dentro, finché uno dei clienti non ha aperto la porta con forza e l'ha fatta uscire.

B.M. è stato denunciato per sequestro di persona, danneggiamento aggravato, getto pericoloso di cose e minacce. 

La notizia su VeneziaToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Troppa fila allo sportello", perde la testa e 'sequestra' impiegata delle Poste

Today è in caricamento