rotate-mobile
Sabato, 26 Novembre 2022
Il caso / Brindisi

Nasconde il cadavere della mamma nel congelatore: "Ho avuto paura, non volevo separarmi da lei"

La macabra scoperta da parte dei carabinieri ieri a Ceglie Messapica (Brindisi). L'uomo è stato denunciato a piede libero per occultamento di cadavere, dopo essere stato interrogato a lungo

"Ho avuto paura e l'ho nascosta lì". Non voleva separarsi dalla madre che lo aveva cresciuto da sola e si era presa cura di lui in tutti questi anni, ma temeva che qualcuno potesse rimproverarlo per non aver assistito la donna nel migliore dei modi. Avrebbe spiegato di non aver avuto il coraggio di seppellire la madre, morta pare per cause naturali, e di aver quindi deciso di nasconderla dentro la ghiacciaia in casa. Questo è quanto il 55enne A.B. di Ceglie Messapica ha dichiarato ieri sera (martedì 22 novembre) davanti ai carabinieri e al pm Mauron Gallone che lo hanno interrogato fino a tarda ora. L'uomo è stato denunciato a piede libero per occultamento di cadavere dopo il ritrovamento del corpo della madre, l'82enne Maria Prudenza Bellanova, all'interno di un congelatore a pozzetto che aveva in casa, in contrada Galante-Minzella a Ceglie Messapica (Brindisi).

Assistito dall'avvocato Aldo Gianfreda, visibilmente provato e preso dallo sconforto, il 55enne più volte è scoppiato a piangere durante l'interrogatorio, affermando di aver trovato la mamma già senza vita il 17 novembre scorso, come riporta BrindisiReport. L'ha lavata, vestita e vegliata per un giorno interno, secondo il suo racconto. Poi l'ha riposta nel congelatore "perché non voleva separarsi da lei", avrebbe detto ai carabinieri. Una sorta di amore "morboso" nei confronti della donna che lo aveva cresciuto sola, amorevole e premurosa nei confronti di quell'unico figlio rimasto invalido a causa di un incidente stradale avvenuto alcuni anni fa, e per il quale il 55enne percepisce una pensione d'invalidità.

Il cadavere della donna è stato ritrovato in posizione rannicchiata all'interno del congelatore a pozzetto dell'abitazione. A dare l'allarme sarebbero state due nipoti della vittima, che non riuscivano a mettersi in contatto con lei. Sul posto, oltre ai carabinieri, sono giunti i vigili del fuoco per le operazioni di recupero della salma, il pubblico ministero che sta coordinando le indagini, Mauron Gallone, e il medico legale Domenico Urso per una prima ispezione cadaverica. La salma della pensionata è stata trasferita all'obitorio del cimitero di Francavilla Fontana, dove nei prossimi giorni verrà eseguita l'autopsia.

La villetta e la signora Maria Prudenza Bellanova

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasconde il cadavere della mamma nel congelatore: "Ho avuto paura, non volevo separarmi da lei"

Today è in caricamento