Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca Livorno

Lo chef coltivatore "metodico" di marijuana è stato arrestato

Nella sua villetta in periferia il cuoco 46enne livornese aveva creato una filiera che andava dalla pianta alla bustina. Un giro potenzialmente di milioni di euro. Sapore, odore e “botta": così annotava tutto. Incastrato dai vicini di casa

Foto: LivornoToday

Un cuoco livornese di 46 anni è stato arrestato dalla guardia di finanza per detenzione e produzione di stupefacenti. Secondo quanto emerso dalle indagini, l'uomo, un agronomo dilettante, nella sua villetta di 244 metri quadrati con un ampio terreno adiacente, ubicata nella zona sud di Livorno, coltivava, essicava, e confezionava marijuana. "A tradirlo - fanno sapere le fiamme gialle in un comunicato - è stato il forte odore che proveniva dalla serra, allestita di tutto punto per la produzione seriale di stupefacente: dal seme alla bustina. Una vera e propria azienda illecita".

Lo chef livornese che coltivava marijuana 

Chef di giorno, nel tempo libero insospettabile coltivatore di marijuana. Il forte odore delle piante che sprigionava da una serra ha fatto scoprire il cuoco-coltivatore illegale. Nella sua villetta in periferia aveva creato una filiera della marijuana che andava dalla pianta alla bustina. Le piante valevano potenzialmente milioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

All'interno della proprietà, racconta LivornoToday - la Finanza ha scoperto e sequestrato: 8 chili e 600 grammi di marijuana già pronta per la vendita, 704 piante di canapa indiana, 87 lampade alogene, bilance di precisione, machine per il sottovuoto, essiccatori e un sistema di video sorveglianza di alta definizione. La droga, già pronta, avrebbe reso - sul mercato al dettaglio - 17mila dosi mentre le piante, al completamento del loro ciclo vegetativo, avrebbero prodotto ulteriori 300 grammi di marijuana ciascuna, per un guadagno potenziale pari a 86 mila euro per quella già pronta nonché di oltre 2,1 milioni di euro per quella da produrre. 

Sapore, odore e “botta": così annotava tutto

Su disposizione del sostituto procuratore della Repubblica del tribunale di Livorno,Ezia Mancusi, il 46enne, dopo l'arresto, è stato condotto alle Sughere. "Dopo aver seguito l'odore della droga – ha affermato il comandante provinciale Gaetano Cutarelli – seguiremo quello dei soldi per capire dove e come sono stati investiti i lauti guadagni dell'illecita attività".

Come un novello Walter White, il protagonista della serie tv «Breaking bad», il 46enne "annotava in maniera sistematica ogni pianta—spiega il tenente Colonnello Peppino Abbruzzese, comandante del nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di finanza — Aveva un suo modo di distinguerle: sapore, odore e “botta”, presumiamo che con quest’ultimo intendesse l’effetto dopo l’assunzione".

Coltivava droga nella sua villetta, arrestato cuoco 46enne-3

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo chef coltivatore "metodico" di marijuana è stato arrestato

Today è in caricamento