Mercoledì, 14 Aprile 2021

Perdono entrambi i genitori in pochi mesi, l'Italia si mobilita per i piccoli Anna e Matteo

Gara di solidarietà da tutta Italia per i fratellini rimasti orfani dopo che il cancro ha portato via la mamma e il papà ad appena tre mesi di distanza l'una dall'altro

LUSIA (ROVIGO) - Nel giro di tre mesi, Anna e Matteo hanno perso entrambi i genitori: lo scorso 8 maggio un tumore ha ucciso il papà, Maurizio Bonagurio, proprio come il 3 febbraio si era portato via Simona, la mamma.

La loro vita è cambiata per sempre, ma sono stati accolti con amore dalla zia Elisa, la sorella minore del padre. Lei e suo marito, genitori di altri due bambini piccoli e con un terzo in arrivo, hanno accolto a braccia aperte gli sfortunati nipotini. La loro storia ha commosso l'Italia, come ha raccontato Il Corriere della Sera. "Erano venuti a vivere con noi dopo la scomparsa della mamma, mio fratello doveva continuare a curarsi e poi aveva la scuola, insegnava inglese alle elementari e alle medie", ha raccontato Elisa, che in questi giorni sta preparando le carte per l'affido dei nipoti, di cui sarà il tutore mentre l'altra zia, gemella della mamma, sarà il protutore.

Il giorno dei funerali di Maurizio, il parroco di Lusia aveva lanciato un appello per raccogliere donazioni su un conto della Caritas parrocchiale. In pochi giorni sono già arrivati 5mila euro, "che serviranno al futuro dei due fratellini", ha raccontato don Fabio Bolognesi, che ha ricordato di aver ricevuto chiamata da tutta Italia, "da Salerno, da Firenze, da Bologna, da Padova, da Trento". Ma le iniziative per i piccoli Bonagurio non finiscono qui: don Fabio infatti sta pensando a diverse altre occasioni per stimolare la generosità dei suoi concittadini nei confronti dei bimbi. 

Fonte: Corriere della Sera →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perdono entrambi i genitori in pochi mesi, l'Italia si mobilita per i piccoli Anna e Matteo

Today è in caricamento