Venerdì, 14 Maggio 2021
In Veneto / Treviso

Marta Novello, l'aggressione è un giallo: venti coltellate per rubare uno smartphone?

La giovane è ricoverata a Treviso in condizioni "gravi ma stabili". Lui, 16 anni, "un bulletto" secondo il sindaco, deve comparire davanti al giudice. La studentessa correva in una tranquilla zona residenziale vicino a Mogliano Veneto due pomeriggi fa quando è stata attaccata. Una violenza assurda e insensata. Chi è l'aggressore

Foto: TrevisoToday

Un mistero al momento inspiegabile. Una furia insensata. Venti coltellate per rubare un cellulare? Marta Novello, 26 anni, è ricoverata a Treviso in condizioni "gravi ma stabili". Lui, 16 anni, deve comparire davanti al giudice. La studentessa correva in una tranquilla zona residenziale vicino a Mogliano Veneto due pomeriggi fa quando è stata attaccata. 

Aggiornamento - Marta è stata estubata ed è cosciente: "Voglio vedere mamma e papà"

Gli amici della giovane assicurano che lei e il 16enne fermato non si conoscevano. E' stata accoltellata in località Marocco da un ragazzo che l'avrebbe avvicinata  in sella a una bicicletta. I due giovani sono finiti nel fossato a lato della carreggiata. Alcuni operai e passanti hanno assistito alla scena dando per primi l'allarme e fermando il ragazzo. L'aggressione è avvenuta a pochi passi dall'agriturismo "Al Vecio Moraro", in Via Marignana.  Le indagini sono state rapide. O meglio, il responsabile dell'assurda violenza è stato fermato subito. Ma il motivo dell'aggressione non è chiaro. Affatto. L'ipotesi più accreditata è che si sia trattato di una tentata rapina, ma gli inquirenti vogliono vederci chiaro. Marta Novello è stata colpita nella zona toracica, al volto, alle gambe. In tasca aveva solo il cellulare, le cuffie e le chiavi di casa. E' stata sottoposta a un nuovo intervento, è grave ma stabile.

Chi è l'aggressore? "Un bulletto che ha agito in modo criminale, probabilmente sotto l’effetto di sostanze stupefacenti" secondo il sindaco di Mogliano Veneto, Davide Bertolato. Il 16enne e alcuni amici sarebbero stati identificati più volte nel recente passato dalla polizia locale perché si davano appuntamento nelle piazze della cittadina trevigiana, senza rispettare le norme anti-Covid che vietano gli assembramenti. Una famiglia "normale" quella dell'adolescente, infatti i servizi sociali non se ne sono mai dovuti occupare. Fino a lunedì sera, quando tutto è cambiato per lui. E' in carcere minorile accusato di tentato omicidio a scopo di rapina.  

L'adolescente arrestato per tentato omicidio, assistito dall'avvocato Matteo Scussat, sarà probabilmente interrogato solo venerdì prossimo dal magistrato della Procura per i minori di Venezia, Giulia Dal Pos. Il giovane, stando a quanto riferito al suo legale e secondo quanto riportato da TrevisoToday, avrebbe chiesto informazioni sulle condizioni della ragazza, spiegando che voleva semplicemente rapinarla. Dagli investigatori trapela una smentita circa l'eventuale stato psicofisico alterato delragazzo che non sarebbe stato sotto effetto di droghe. Si indaga per trovare un eventuale legame di qualsiasi tipo tra i due, aggressore e aggredita: per questo motivo i carabinieri dell'Arma hanno sequestrato a casa del 15enne il suo smartphone ed il suo pc portatile. In una piccola comunità come quella di Marocco sono in molti a conoscere bene sia Marta sia il ragazzo. C'è sgomento.

Ragazza accoltellata in strada da un 17enne in bicicletta: è grave

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marta Novello, l'aggressione è un giallo: venti coltellate per rubare uno smartphone?

Today è in caricamento