Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca Pavia

Ucciso in piazza dopo una lite: arrestato l'assessore alla sicurezza della Lega

E' stato Massimo Adriatici, avvocato, assessore alla sicurezza di Voghera, a sparare il colpo di pistola che ieri ha ucciso un uomo di 39 anni di nazionalità marocchina

Piazza Meardi, il luogo in cui l'assessore alla sicurezza Massimo Adriatici ha sparato ad un uomo davanti al bar Ligure uccidendolo, Voghera, 21 Luglio 2021. ANSA/PAOLO TORRES

Un uomo di 39 anni, Youns El Bossettaoui, è morto nella notte all'ospedale di Voghera (Pavia) dopo essere stato colpito da un colpo di pistola esploso da un uomo con cui aveva avuto una lite in piazza Meardi.

E' stato Massimo Adriatici, avvocato, assessore alla sicurezza del Comune nel Pavese, a sparare il colpo di pistola che ieri sera, poco dopo le 22, ha ucciso il39enne di nazionalità marocchina. Adriatici si trova ora agli arresti domiciliari. 

Voghera: arrestato Massimo Adriatici

Secondo una prima ricostruzione fatta dai carabinieri, Adriatici avrebbe esploso un colpo di pistola dopo una lite, per futili motivi, tra i due davanti a un bar della cittadina. I soccorsi sono stati immediati e il ferito è stato trasportato in ambulanza al pronto soccorso del locale ospedale. Le sue condizioni, che all'inizio non sembravano particolarmenre preoccupanti, si sono però aggravate rapidamente sino alla morte avvenuta nella notte.

L'assessore deteneva regolarmente l'arma con cui ha sparato. Massimo Adriatici è assessore alla sicurezza nella giunta di centrodestra guidata dal sindaco Paola Garlaschelli. Le indagini dell'Arma sul gravissimo fatto di sangue sono coordinate dal Pm di turno Roberto Valli.

La Lega lo difende

Fonti della Lega fanno sapere alle agenzie che la tragedia di Voghera sarebbe frutto di una risposta a un'aggressione con un colpo partito accidentalmente. La vittima sarebbe una persona nota in città e alle forze dell'ordine per episodi di ubriachezza.

"Quanto accaduto a Voghera è un chiaro episodio di legittima difesa. Se non fosse stato per un uomo lì presente, assessore leghista, già appartenente alle forze dell'ordine in passato, pronto ad intervenire a difesa di una ragazza molestata da un marocchino, probabilmente ora staremmo parlando di una violenza su una ragazza innocente". Lo afferma, in una nota, l'eurodeputato leghista Angelo Ciocca, originario di Pavia. "Certo - prosegue - la morte di una persona è sempre da scongiurare, ma la dinamica è senza dubbio di legittima difesa e l'augurio è che ancora una volta non si strumentalizzi politicamente quanto accaduto. Potersi difendere è sempre un diritto legittimo".

Ad Adriatici sarebbe "partito un colpo di pistola cadendo", dopo essere stato spintonato, secondo quanto avrebbe detto l'assessore e secondo quanto apprende l'AGI da fonti qualificate. Adriatici, ex poliziotto con regolare porto d'armi, ha chiamato in Commissariato per far arrivare una pattuglia in piazza Meardi perché l'uomo di origine nordafricana stava infastidendo gli astanti di un bar. Quest'ultimo lo avrebbe sentito mentre faceva la telefonata, gli si sarebbe avvicinato e lo avrebbe spintonato. A quel punto ne sarebbe nata una colluttazione ed è partito il colpo letale.

E' stata disposta l'autopsia sul corpo dell'uomo, centrato da un unico colpo al petto. Nonostante il quadro sia per adesso a dir poco frammentario, c'è già chi ha certezze.

"Altro che far west a Voghera. Si fa strada l'ipotesi della legittima difesa. Un docente di diritto penale, ex funzionario di polizia, avvocato penalista, noto e stimato in città, vittima di un'aggressione ha risposto e accidentalmente è partito un colpo che purtroppo ha ucciso un cittadino straniero che secondo quanto trapela è già noto purtroppo alle forze dell'ordine per violenze, aggressioni e atti osceni in luogo pubblico". Lo afferma il leader della Lega, Matteo Salvini, in un video pubblicato sui suoi profili social a proposito dell'assessore leghista alla sicurezza del Comune di Voghera Massimo Adriatici arrestato dai carabinieri con l'accusa di aver ucciso a colpi di pistola un 39enne di origini marocchine. "Quindi - aggiunge Salvini - prima di condannare la persona per bene che si è vista aggredita e avrebbe reagito, dal Pd si chiedono prese di distanza, aspettiamo le ricostruzioni dei fatti". 

"Voglio esprimere innanzi tutto la mia solidarietà ai cittadini. Siamo di fronte ad un fatto che testimonia la gravità di una situazione che, continuamente alimentata dalla propaganda, rischia di finire fuori controllo e di farci sconfinare nella barbarie". Così il senatore Alan Ferrari, vice presidente vicario dei senatori del Pd, ha commentato la tragedia avvenuta ieri sera a Voghera. "Ora si accerteranno i fatti -ha aggiunto Ferrari- ma in un paese civile e democratico un assessore non spara ad una persona. Mi auguro che la Lega al più presto prenda le distanze dal gesto di Adriatici. La giustizia fai da te non ha cittadinanza nelle nostre leggi e nella nostra convivenza''.

Le indagini sono solo all'inizio e dovranno ricostruire con esattezza la dinamica di quei drammatici momenti costati la vita a Youns El Bossettaoui, e bisognerà capire come mai Adriatici avesse deciso di uscire di casa armato ieri sera. Come sempre in questi casi, drammatici, il lavoro degli inquirenti sarà certosino in modo da spazzare via tutti i dubbi. La legge sulla legittima difesa stabilisce, tra le altre cose, che "non è punibile chi ha commesso il fatto, per esservi stato costretto dalla necessità di difendere un diritto proprio od altrui contro il pericolo attuale di una offesa ingiusta, sempre che la difesa sia proporzionata all’offesa". 

Chi è Massimo Adriatici

Adriatici, originario di Voghera, è stato eletto nelle file della Lega ed è titolare di uno studio di avvocatura molto noto in città. Il suo nome è conosciuto anche per iniziative contro la cosiddetta 'malamovida', come l'abuso di sostanze alcoliche nelle ore serali, e per aver proposto senza successo un "daspo urbano" per i senzatetto.

Dal suo profilo Facebook, l'assessore risulta "docente di diritto penale e procedura penale presso Scuola allievi agenti Polizia di Stato Alessandria" ed "ex docente dell'Università del Piemonte Orientale". In un'intervista alla Provincia Pavese di alcuni anni fa si era espresso proprio sull'utilizzo di armi da fuoco, che "deve essere giustificato da un pericolo reale, per la persona che la usa, per le sue proprietà o quelle altrui. Ma questo non significa farsi giustizia da soli. Ovvero, la legittima difesa si configura se sparo per evitare che qualcuno spari a me, o non ci sono altri mezzi per metterlo in fuga ed evitare che rubi. Sparare deve essere l'extrema ratio, l’ultima possibilità da mettere in atto se non ne esistono altre".

massimo adriatici voghera ansa-2

Massimo Adriatici, avvocato, assessore alla sicurezza del Comune di Voghera (Pavia), che ieri sera poco dopo le 22 ha ucciso con un colpo di pistola un uomo di 39 anni di nazionalità marocchina, Voghera, 21 Luglio 2021.ANSA/PAOLO TORRES

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucciso in piazza dopo una lite: arrestato l'assessore alla sicurezza della Lega

Today è in caricamento