rotate-mobile
Sabato, 1 Ottobre 2022
Cronaca Salerno

Il "meteorite" del Cilento: un masso blocca la strada da un anno

Nessuno ha ancora rimosso il macigno che ostruisce la viabilità nel cuore del Cilento, in provincia di Salerno. Migliaia di cittadini isolati e furiosi

Michele Cammarano, consigliere regionale campano del Movimento 5 stelle, lo ha definito "meteorite del Cilento". E' lui che, dopo gli appelli dei cittadini caduti nel vuoto, ha denunciato "l'ennesima vergogna della burocrazia" di cui oggi parla anche il Corriere della Sera in un articolo di Sergio Rizzo.

Il "meteorite" è un grosso masso pesante alcune tonnellate che il 18 agosto del 2015 è caduto nel mezzo della carreggiata sulla strada provinciale ad Aquara, bloccando da un anno la viabilità tra Ottati e Castelcivita, nel cuore del Cilento. La strada è chiusa da dodici mesi e il traffico viene deviato su un percorso alternativo molto più lungo e dissestato. “Alcune auto, pur di risparmiare preziosi chilometri di viaggio in luoghi dove la viabilità è già fortemente limitata – denuncia Cammarano – si avventurano lungo la strada di fatto interdetta, a loro rischio e pericolo”. Migliaia di cittadini vivono isolati: per raggiungere scuole, ospedali e uffici bisogna avventurarsi su strade secondarie e malridotte. 

Perché nessuno interviene? Le ruspe del Comune non possono, essendo la strada un'arteria provinciale. E la Provincia? Sonnecchia. Tra mancanza di fondi, assenza di un piano di intervento urgente e amministratori indolenti, l'ente provinciale parlava a maggio scorso di "uno studio geodinamico per mettere in sicurezza l'intero costone roccioso da cui il masso è franato - costo 37mila euro - per definire poi un intervento strutturale definitivo del valore un milione e mezzo di euro". Da quel giorno nulla si è mosso, nemmeno il masso.

masso cilento fb-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il "meteorite" del Cilento: un masso blocca la strada da un anno

Today è in caricamento