rotate-mobile
Giovedì, 9 Febbraio 2023
L'ultimo inganno / Palermo

L'errore di Matteo Messina Denaro che ha fatto scattare l'arresto

Si faceva chiamare Andrea Bonafede. Si tratta di un uomo che esiste per davvero. Gli inquirenti hanno incrociato i dati e sono arrivati al boss

Andrea Bonafade, professione geometra. Questa l'identità che il capomafia Matteo Messina Denaro, arrestato oggi a Palermo dopo trent'anni di latitanza, aveva scelto per sè. Con questo nome e cognome si era fatto curare alla clinica La Maddalena, specializzata in terapie oncologiche. La scelta dell'alias però gli è stata fatale. Andrea Bonafede esiste davvero ed è nipote dello storico capomafia Leonardo deceduto nel 2020. Una volta scoperto che il vero Andrea Bonafede non si era sottoposto alle cure, gli inquirenti sono arrivati al boss. 

Matteo Messina Denaro, l'arresto dell'ultimo capomafia in diretta

Gli investigatori, captando le conversazioni dei familiari, hanno capito che il boss doveva essere curato per una patologia oncologica. Hanno analizzato i dati dei malati compatibili per età col padrino e hanno scoperto che un Andrea Bonafede si era sottoposto prima a un intervento in provincia di Trapani e poi a una seconda operazione a La Maddalena di Palermo. Il giorno in cui risulta sia stato operato, il telefonino di Bonafede ha agganciato le celle a Campobello di Mazara. Il vero paziente doveva avere un altro nome, il vero paziente era Messina Denaro. Da qui sono arrivati alla visita prevista per oggi e al blitz.

messina_denaro_documento adnkronos

Nel documento consegnato all'accettazione, Messina Denaro era Andrea Bonafede, nato a Campobello di Mazara (Trapani) il 23 ottobre del 1963. Alla voce professione si legge "geometra. Alto 1,78, calvo e con gli occhi castani, il documento indica "segni particolari nessuno". La tessera, cartacea, è stata emessa l'8 febbraio 2016 e scade il 23 ottobre del 2026.

Tutte le notizie su Today.it

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'errore di Matteo Messina Denaro che ha fatto scattare l'arresto

Today è in caricamento