rotate-mobile
Martedì, 28 Giugno 2022
Viveva a Parigi / Francia

Arrestato Maurizio Di Marzio: era l'ultimo ex terrorista latitante in Francia

L'ex Br era sfuggito alla cattura a fine aprile: la corte d'Assise di Roma ha stabilito che la sua pena non era stata prescritta

La polizia francese ha arrestato questa mattina a Parigi Maurizio Di Marzio, l'ultimo ex terrorista per cui l'Italia chiede l'estradizione,  sfuggito all'operazione di fine aprile. Lo si apprende da fonti del ministero della Giustizia. Il provvedimento depositato l'8 luglio dalla Corte d'Assise di Roma ha stabilito infatti che non è ancora prescritta la sua pena. La convalida dell'arresto dell'ex Br è prevista per domattina e mercoledì si terrà la prima udienza di comparizione davanti alla Corte di Appello di Parigi. Il nome di Di Marzio è legato all'attentato al dirigente dell'ufficio provinciale del collocamento di Roma Enzo Retrosi, nel 1981, nonché al tentato sequestro di Nicola Simone, vicecapo della Digos, che risale al 6 gennaio del 1982.

L'ex terrorista viveva a Parigi dove aveva gestito anche un ristorante. Era già sfuggito all'arresto a fine aprile quando la polizia francese, su richiesta dell'Italia, aveva individuato e catturato 7 ex brigatisti italiani che risiedevano in Francia. Di Marzio non era stato oggetto del provvedimento per prescrisione del reato. Con la decisione della Corte d'Assise però non ha potuto sottrarsi alla cattura. In un'intervista a Panorama l'ex Br ammetteva di aver fatto "un mare di sciocchezze e non le ripeterei, ma sono cambiato". Inoltre ricordava di aver già scontato "sei anni di carcere, non ho mai ucciso nessuno".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato Maurizio Di Marzio: era l'ultimo ex terrorista latitante in Francia

Today è in caricamento