Giovedì, 22 Aprile 2021
NoTav

Tav, maxi processo per gli scontri del 2011: 47 condanne e 6 assoluzioni

Un totale di circa 140 anni di carcere tra chi è stato condannato. Il verdetto letto dall'aula bunker di Torino. Domani a processo lo scrittore Notav Erri De Luca

Sono quarantasette le condanne per un totale di 140 anni di carcere e sei assoluzioni. Questo il verdetto letto dai giudici nell'aula bunker di Torino dove si è svolto il processo a 53 attivisti Notav. Un maxiprocesso che fa riferimento ai fatti dell'estate del 2011, quando fu sgomebrato il presidio permanete del movimento e qualche giorno dopo, il 3 luglio, venne indetta una mobilitazione nazionale per i boschi della Clarea. Le accuse nei confronti degli imputati andavano dalle lesioni, al danneggiamento, alla violenza a pubblico ufficiale

La sentenza è stata letta dal giudice Quinto Bosio nell’aula bunker del carcere Le Vallette. Subito dopo la lettura gli imputati hanno cominciato a intonare le note di "Bella Ciao" e dal pubblico si è levato il grido "vergogna". Uno degli imputati ha sottolineato urlando: "Questo è un processo politico. Non ci seppellirete con queste condanne". Domani invece presso il tribunale di Torino si terrà l'udienza del rinvio a giudizio dello scrittore Notav Erri De Luca, accusato di istigazione a delinquere.

LE REAZIONI - Roberto Lamacchia, uno degli avvocati difensori, si è detto "stupito dall'entità delle pene, comunque spropositate rispetto alle condanne per questi reati in altri processi"

Era immaginabile, non avevamo grosse speranze. Il problema è il concorso delle persone nel reato, e contiamo di ribaltare questo aspetto in appello.

Lo storico leader Notav Alberto Perino ha commentato a caldo il verdetto da Bussoleno, dopo è prevista una mobilitazione in solidarietà ai condannati: 

Questa sentenza sa più di vendetta che di giustizia. Si tratta del fallimento della politica e dell'estremo tentativo di fare fuori il movimento NoTav, ma non ci riusciranno

Intanto un gruppo di attivisti ha bloccato la strada adiacente all'aula bunker del carcere di Torino, corso Regina Margherita, che porta verso la tangenziale. L'area da stamane è presidiata dalle forze dell'ordine. 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tav, maxi processo per gli scontri del 2011: 47 condanne e 6 assoluzioni

Today è in caricamento