Lunedì, 8 Marzo 2021
Trento

Medico non cura immigrato irregolare e lo denuncia, l'Ordine avvia attività disciplinare

Al medico la solidarietà del ministro dell'Interno Salvini. Il presidente di Fnomceo: "Quando si parla di salute non abbiamo bisogno di tifosi"

E' stata avviata un'attività disciplinare nei confronti del medico di un pronto soccorso di Trento che lo scorso luglio si è rifiutato di prestare le cure necessarie a un immigrato con il permesso di soggiorno scaduto e lo ha segnalato ai carabinieri. 

L'uomo era già stato rifiutato dal medico di famiglia prima di arrivare in ospedale, sempre per il permesso di soggiorno scaduto. Al pronto soccorso, non è stato visionato dal personale di turno ma segnalato alle forze dell'ordine in quanto irregolare sul territorio italiano. 

Al medico era arrivata la solidarietà del ministro dell'Interno Matteo Salvini, che nei giorni scorsi aveva scritto su Facebook: "Solidarietà al medico di Trento che ha segnalato ai carabinieri un immigrato marocchino irregolare. Abbiamo il dovere di garantire cure mediche a tutti, ma non possiamo dimenticare l'esigenza di contrastare l’immigrazione clandestina".

"Non mi faccio toccare da un negro": paziente rifiuta la visita del medico e se ne va 

Il presidente nazionale della Federazione nazionale degli ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri, Filippo Anelli, ha commentato: "Quando si parla di salute non abbiamo bisogno di tifosi".

"Bene ha fatto l'Ordine di competenza ad avviare l'attività disciplinare nei confronti del medico - ha aggiunto Anelli - sia per dargli modo di fornire la sua ricostruzione dei fatti, sia per tutelare un principio: i medici devono rispettare, oltre alle leggi, le regole del Codice deontologico, e secondo tali regole deve essere valutato il loro comportamento".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Medico non cura immigrato irregolare e lo denuncia, l'Ordine avvia attività disciplinare

Today è in caricamento