Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Torino

Torino, il giudice dice sì al panino in classe al posto della mensa: respinto il ricorso del Miur

Il tribunale ha respinto il ricorso presentato dal ministero, estendendo così il diritto non solo ai figli dei genitori che hanno vinto la causa in Corte d'Appello ma anche a tutti gli altri

Il tribunale di Torino ha respinto il reclamo presentato dal Miur contro la decisione di un giudice che aveva riconosciuto alle famiglie il diritto di mandare i bambini a scuola portandosi il pranzo da casa.

Il tribunale ha dato quindi ragione ai genitori. La Corte d'Appello si era espressa a giugno circa l'obbligo di poter consumare il panino soltanto per i figli dei 58 genitori che avevano presentato il ricorso. Con questa nuova decisione, il principio è stato riconosciuto per tutti e ora le scuole dovranno organizzarsi.

"La sentenza dice chiaramente che trattandosi di un momento formativo, i bambini non posso essere isolati dai compagni. L’assistenza deve essere gratuita e fornita dal corpo docente", sono le parole dell’avvocato che difendeva le famiglie, Giorgio Vecchione, riportate dal Corriere.

Il Ministero dell'Istruzione si era sempre opposto al cosiddetto "panino libero", perché non garantirebbe la possibilità di sorvegliare cosa mangiano i bambini e non si potrebbero garantire le condizioni igienico sanitarie dei pasti. 
Adesso la parola passa alla Cassazione, mentre nell'attesa vale il diritto al pasto da casa anche nelle mense scolastiche. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino, il giudice dice sì al panino in classe al posto della mensa: respinto il ricorso del Miur

Today è in caricamento