Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Meteo impazzito, siamo solo a marzo ed è già allarme siccità

Il lungo periodo di alta pressione che da giorni sta facendo vivere agli italiani un maggio anticipato durerà ancora: e l'assenza di piogge significative ha portato il Po al di sotto dello zero idrometrico di ben 5 metri

Foto Coldiretti / Ansa

ROMA - Ci aspetta molto probabilmente un lungo periodo di alta pressione sull'Italia e di assenza di piogge significative, e con questa torna lo spettro della siccità specie al Nord Italia, soprattutto se questa situazione dovesse perdurare per gran parte dei mesi primaverili. 

LA SITUAZIONE - "L'inverno" spiegano gli esperti di 3bmeteo.com "infatti è stato molto avaro di precipitazioni al Nord e sulle Alpi, specie nei mesi di dicembre e gennaio, in cui si sono registrati deficit pluviometrici rispettivamente del 78,5% e del 56,7%, e la quasi totale assenza di importanti nevicate in montagna". 

temperature-in-italia-in-aumento-3bmeteo-77433-2

Solo il mese di Febbraio ha visto precipitazioni nel complesso in media, anche se compensate da temperature di circa 3°C più calde del normale.

FIUMI E LAGHI, E' ALLARME - E' chiaramente un'anomalia figlia dei cambiamenti climatici degli ultimi decenni, ma in questi ultimi tempi sta assumendo proporzioni sempre più drammatiche. "Basti pensare che attualmente il fiume Po è in secca con un livello al di sotto di ben 5 metri rispetto allo zero idrometrico, lo stesso di Agosto 2016. La situazione del Grande Fiume è rappresentativa dello stato di tutti gli altri principali bacini idrografici. Sia il Lago di Como, che il Lago Maggiore che il Lago di Garda sono al di sotto dell'altezza idrometrica, mentre la situazione è migliore per il Lago di Garda". 

COME AD AGOSTO - Il fiume Po, in particolare, è in secca con lo stesso livello idrometrico della scorsa estate ad agosto ed inferiore di due metri rispetto allo stesso periodo del 2016, per effetto di un andamento climatico del tutto anomalo in Italia dove anche a febbraio è caduto l'8% di pioggia in meno e le temperature minime sono state superiori di ben 3 gradi rispetto alla media.

RISCHIO SICCITA' ED INCENDI - La situazione dunque non è molto rosea sia in vista dell'accumulo delle risorse idriche per la Primavera e l'Estate, sia per il rischio dello sviluppo e propagazione di incendi boschivi nelle prossime settimane su Alpi ed Appennini. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meteo impazzito, siamo solo a marzo ed è già allarme siccità

Today è in caricamento