rotate-mobile
Sabato, 25 Maggio 2024
La tragedia / Parma

Giovane chef tenta di scavalcare un cancello e muore dissanguato

La punta della cancellata gli avrebbe reciso l'arteria femorale

Lo hanno trovato riverso in una pozza di sangue nel giardino di casa di un amico. Michele Guzzo, 28 anni, è morto dissanguato dopo aver scavalcato la cancellata di un’abitazione a Parma. La punta della cancellata gli avrebbe reciso l'arteria femorale.

Non si conoscono ancora le cause che hanno spinto il 28enne, sabato mattina intorno alle 9, a oltrepassare la cancellata. Il ragazzo, consulente per un'azienda attiva nel campo della ristorazione a Forlì e chef diplomato all'Alma, la scuola internazionale di cucina che ha sede a Colorno, nel Parmense, dopo essersi ferito alla coscia ha fatto solo pochi passi poi è svenuto, senza riuscire a chiedere aiuto. A lanciare l’allarme uno dei residenti della zona dopo aver notato il corpo.

Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 e la polizia scientifica per ricostruire la dinamica del tragico incidente. Il cadavere del 28enne si trova ora a disposizione del pubblico ministero che deciderà se far eseguire o meno l'autopsia.

"Ho perso tutto, per me era l’unica cosa che contava", ha dichiarato il padre del ragazzo. La famiglia di Michele era stata già segnata da un grande lutto, la perdita della madre undici anni fa.

Continua a leggere su Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovane chef tenta di scavalcare un cancello e muore dissanguato

Today è in caricamento