Microcamera nascosta nei bagni del Comune: arrivano i carabinieri, è caccia al maniaco

A notare il piccolo occhio elettronico è stata un'impiegata comunale, che ha subito dato l'allarme. Nella memoria del dispositivo i carabinieri hanno trovato una decina di video

Immagine di repertorio

Nei bagni del municipio di Borgetto, in provincia di Palermo, è stata scoperta una microcamera per spiare chi usava i servizi. Ad accorgersi del piccolo occhio elettronico è stata un'impiegata comunale, che ha subito dato l'allarme e si è rivolta ai carabinieri.

I militari hanno trovato e sequestrato l'apparecchio, installato nella cassetta di scarico del water. All'interno della memoria della microcamera sono stati ritrovati una decina di video, che ora sono al vaglio degli investigatori.

Microcamera nei bagni del Comune di Borgetto: le indagini dei carabinieri

Dalle indagini, i carabinieri potranno risalire alla data delle prime registrazioni, cercando di incrociare i dati emersi dal video con quelli relativi ai turni dei dipendenti comunali o degli esterni che hanno accesso al municipio. Sotto analisi anche il contenuto degli hard disk della videosorveglianza interna.

"Siamo costernati per quanto successo. Aspettiamo l'esito delle indagini, però mi sento di escludere che sia stato un dipendente comunale a installare la telecamera. Conosco la serietà dei lavoratori del Comune - ha detto il sindaco Luigi Garofalo - e posso escludere che ci sia una mano interna. È vero che il bagno era utilizzato dalle dipendenti del Comune, ma qualcuno dall'esterno potrebbe avere avuto la possibilità di accedere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 20 febbraio 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 22 febbraio 2020

  • Il marito di Mara Venier dopo le accuse: "Il successo dà fastidio, prenderemo decisioni"

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 18 febbraio 2020

  • Heather Parisi: "La mia vita in Cina nell'inferno del Coronavirus. Qui si lavora da casa, i prodotti sono razionati"

Torna su
Today è in caricamento