Martedì, 11 Maggio 2021
Torino

Respinta al confine con la Francia, migrante dà alla luce un bimbo di 700 grammi e muore

La donna, respinta con il marito a Bardonecchia, era rimasta ricoverata in ospedale a Torino per un mese. I medici hanno tentato di tenerla in vita il più a lungo possibile per consentirle di portare avanti al gravidanza

E' morta all'ospedale Sant'Anna di Torino la donna nigeriana di 31 anni, incinta di sette mesi e con un grave linfoma, che era stata respinta alla frontiera di Bardonecchia dalle autorità francesi. Il bambino che portava in grembo è venuto alla luce con parto cesareo: pesa circa 700 chili.

Il 9 febbraio scorso la gendarmeria francese aveva intecettato la donna e il marito mentre tentavano la traversata dal Colle della Scala e li hanno riportato in Italia, lasciandoli a Bardonecchia, dove sono stati soccorsi dai volontari di Rainbow4Africa.

Guida alpina incriminata per aver salvato una migrante incinta in mezzo alla neve

La donna è stata quindi portata in ospedale, prima a Rivoli e poi a Torino, dove è rimasta ricoverata per un mese. I medici del Sant'Anna hanno provato a tenerla in vita il più possibile per consentirle di portare avanti la gravidanza. 

Il piccolo è ricoverato nel reparto di terapia neonatale del Sant'Anna e la sua nascita ha fatto scattare una gara di solidarietà per aiutare lui e i padre.

La notizia su TorinoToday

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Respinta al confine con la Francia, migrante dà alla luce un bimbo di 700 grammi e muore

Today è in caricamento