Mercoledì, 24 Febbraio 2021
CRONACA

Insulti e botte a un giovane richiedente asilo: "Tornatene al tuo Paese"

Aggressione a sfondo razziale a Partinico. Il ragazzo, un senegalese di 19 anni, ha riportato 7 giorni di prognosi. Indagano i carabinieri

Foto d'archivio

Insulti razzisti e botte. Vittima un senegalese di 19 anni, Dieng Khalifa, che stamani si è presentato in caserma a Partinico, nel Palermitano, per denunciare l'aggressione di cui sarebbe rimasto vittima giovedì scorso.

Secondo il racconto del giovane richiedente asilo ospite dal 2016 di una comunità, un gruppo di ragazzi l'avrebbe avvicinato mentre si trovava nella piazza del grosso centro del Palermitano prima rivolgendogli insulti razzisti e poi aggredendolo a calci e pugni.

"Tornatene al tuo paese, vattene di qui sporco n...", le frasi ingiuriose rivolte al giovane che stava facendo una pausa dal lavoro. Secondo Repubblica, il senegalese avrebbe detto ai soccorritori di essere rimasto immobile "perché non uso le mani. Mi potevo difendere, ma gli educatori della comunità mi hanno insegnato che non si alzano le mani".

In ospedale il 19enne è stato medicato e i sanitari lo hanno dimesso con sette giorni di prognosi a causa delle ferite riportate al labbro e alle orecchie. Sulla vicenda indagano i carabinieri che hanno raccolto la denuncia del giovane richiedente asilo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insulti e botte a un giovane richiedente asilo: "Tornatene al tuo Paese"

Today è in caricamento