Mercoledì, 3 Marzo 2021

Migranti, Bagnasco sospende il giudizio su Salvini: "Aspettiamo i fatti"

Il presidente dei vescovi europei spiega di essere perplesso per la definizione di "vicescafisti" per gli uomini delle ong, ma invita a distinguere le parole dai fatti che verranno

Il cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente dei vescovi europei, "sospende il giudizio" sulle nuove mosse annunciate dal governo riguardo alle politiche di accoglienza. 

Al Secolo XIX spiega di essere perplesso per la definizione di «vicescafisti» per gli uomini delle ong, ma invita a distinguere le parole dai fatti che verranno.

Migranti, Salvini si muove su due fronti

"L’immigrazione è un fenomeno epocale che non sembra destinato a concludersi rapidamente, se si concluderà - dice Bagnasco. E in questi anni ormai lunghi dall’Italia, dall’Europa e da molte parti del mondo - e prima di tutto da parte del Santo Padre - si sono sottolineati i grandi criteri non solo cristiani ma umanitari dell’accoglienza. Questo è un punto acquisito nella coscienza internazionale. Poi, come sappiamo, un conto è fare esternazioni soprattutto a certi livelli, e un conto è governare i fenomeni: questo richiede prudenza, equilibrio e saggezza che necessariamente tutti devono avere. Anche il governo precedente aveva attuato una presa in carico equilibrata e prudente, per tentativi".

Due naufragi in poche ore: ancora stragi nel Mediterraneo

I tagli dei fondi per l'accoglienza sono per ora solo parole. "Si tratterà di vedere come e dove, aspettiamo i fatti". Non è l'unico che aspetta di capire come le promesse di Salvini, che non ha mai nascosto ai suoi elettori la volontà di imporre una linea dura, si concilieranno con le difficoltà nel metterle davvero in atto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti, Bagnasco sospende il giudizio su Salvini: "Aspettiamo i fatti"

Today è in caricamento