Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A sei anni attraversa il Mediterraneo da solo e ritrova mamma e sorella: l’abbraccio in Italia

La storia a lieto fine di un bimbo di sei anni, arrivato in Italia dopo aver attraversato il Mediterraneo, che si è potuto finalmente ricongiungere con la mamma da cui era stato separato prima di affrontare il viaggio

 

Ha potuto finalmente riabbracciare la propria mamma il piccolo migrante che ha attraversato da solo il Mediterraneo per poi sbarcare In Italia. 

Insieme alla mamma e alla sorellina erano arrivati in Libia per imbarcarsi verso l’Italia ma a gennaio erano stati costretti a separarsi. Le prime a partire sono state proprio loro due, mentre il piccolo ha dovuto aspettare cinque mesi prima di potersi mettere in viaggio e affrontare la traversata. La nave Sea Watch 3 ha soccorso il barcone su cui viaggiava in mezzo al Mediterraneo e ha trasferito lui e gli altri naufraghi a Porto Empedocle (Agrigento), dove sono stati tutti messi in isolamento per due settimane sulla nave quarantena Moby Zaza.

Grazie all’impegno degli agenti della Questura di Aagrigento e dei volontari della Croce Rossa è stato possibile rintracciare la mamma e la sorella del piccolo, che si trovavano nel Cara di Crotone. In seguito all’intervento del prefetto di Agrigento, Maria Rita Cocciufa, una volta finita la quarantena, il bambino è partito alla volta di Crotone, dove c’è stato l’atteso e commovente ricongiungimento con la madre e la sorella tra le lacrime e gli applausi dei volontari presenti. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento