rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Migranti

Migranti: "Impressionante crollo degli sbarchi negli ultimi cinque mesi"

Paolo Gentiloni commenta i numeri del Viminale: "Tra luglio a novembre, nel 2017 rispetto al 2016, siamo passati da 102 a 33 mila arrivi"

Gentiloni gongola per il crollo degli sbarchi. Nel flusso di migranti "tra luglio a novembre, nel 2017 rispetto al 2016, siamo passati da 102 a 33 mila arrivi, un crollo del numero degli arrivi impressionante", ha detto il premier ad Abidjan, in Costa d’Avorio, ultima tappa del tour istituzionale in Africa, dopo le visite in Tunisia, Angola e Ghana.

Per il primo ministro quello raggiunto "è il risultato di diverse operazioni: rafforzamento della guardia costiera libica, nuovi accordi con le Ong, sostegno e investimenti alle comunità locali". 

Ma si tratta di affermazioni veritiere? Dando una rapida occhiata al Cruscotto statistico giornaliero del Viminale, le cifre che ha dato il primo ministro sono corrette.  Dal luglio al novembre del 2016, erano stati ben 102.786 i migranti sbarcati sulle nostre coste, contro i 33.288 del 2017. 

Nel dettaglio a luglio 2016 sbarcarono in Italia 23.552 migranti contro gli 11mila e rotti del 2017, ad agosto 21.294 contro i 3920 del 2017. Stesso copione a settembre: 16975 i migranti sbarcati nel 2016 contro i 6282 dell’anno successivo. Ad ottobre la differenza tra il 2016 e il 2017 è stata abissale: 27.384 a 5984. E il trend è proseguito a novembre: 13581 arrivi nel 2016, 5641 nel 2017. 

Nondimeno quello dei migranti resta un dramma. "Le morti di migranti in mare - ha concluso Gentiloni - sono diminuite ma sono ancora uno schiaffo per l’Europa, l’Africa e la civiltà umana odierna".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti: "Impressionante crollo degli sbarchi negli ultimi cinque mesi"

Today è in caricamento