Giovedì, 25 Febbraio 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Magliette rosse al porto di Trapani, il sindaco: "Salvini se la prenda con chi è più grosso di lui"

È partita questa mattina la macchina dell'accoglienza al molo Ronciglio di Trapani. Al porto anche il primo cittadino Giacomo Tranchida, che mentre si attende l'arrivo della nave Diciotti con a bordo i 67 migranti attacca il ministro dell'Interno: "Salvini se la prenda con chi è più grosso di lui".

Sulla banchina anche un presidio antirazzista. Decine i manifestanti con magliette, cappelli rossi e manette: "Gli arresti vengono decisi dai magistrati non dal ministro dell'Interno".

In città in tanti stanno con Salvini

L'arrivo della nave era previsto per stamani alle 8, ma è slittato per "questioni tecniche, e potrebbe essere legato agli accertamenti in corso su eventuali violazioni delle leggi italiane.

Due sono i migranti denunciati: si tratta di un ghanese e un sudanese identificati ieri. Devono rispondere di violenza, minacce e dirottamento. A decidere saranno comunque i magistrati della Procura di Trapani, dopo aver valutato le accuse.

Dopo il salvataggio, infatti, alcuni migranti avrebbero minacciato l'equipaggio e il capitano delle nave, si immagina per non essere riportati in Africa. Sono così saliti a bordo del rimorchiatore uomini della Capitaneria di porto e della Polizia per raccogliere elementi da riferire all'autorità giudiziaria.

Conte alla Nato: "Rischio foreign fighters"

Si parla di

Video popolari

Magliette rosse al porto di Trapani, il sindaco: "Salvini se la prenda con chi è più grosso di lui"

Today è in caricamento