rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Immigrazione

Un mese fa il drammatico naufragio a Lampedusa: oggi è ancora emergenza

Domenica mattina è stata soccorsa un'imbarcazione di circa 12 metri con 200 migranti a bordo. A Lampedusa il Cie che potrebbe ospitare 300 persone ne accoglie circa 700. Crocetta: "La politica ha fallito"

E' passato un mese dal drammatico naufragio di Lampedusa: il 3 ottobre morirono 366persone; l'attenzione dei media per qualche giorno si era concentrata sul dramma dei migranti.

Il tema immigrazione ha presto abbandonato le prime pagine dei giornali, ma gli sbarchi continuano incessantemente.

L'unita' anfibia San Marco della Marina Militare ha localizzato questa mattina nel Canale di Sicilia, a sud di Lampedusa, un'imbarcazione di circa 12 metri con 200 migranti a bordo, di cui 158 uomini, 21 donne e 21 minori.

"Constatate le precarie condizioni di sicurezza ed il pericolo per la vita del personale imbarcato - fa sapere la Marina Militare - il comandante dell'unita' anfibia San Marco, ha dichiarato la situazione di emergenza". Sono appena ultimate le operazioni di recupero dei migranti e si e' in attesa che venga indicato il porto siciliano di destinazione.

Ieri il presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta, insieme al sindaco Giusi Nicolini, si era recato in visita al cimitero dell'isola di Lampedusa: "Quello che e' successo non puo' essere dimenticato e deve smuovere le coscienze. Bisogna cambiare. Le politiche nazionali ed europee hanno fallito, Frontex ha fallito", afferma il governatore.

Il presidente ha anche manifestato la volonta' di recarsi in visita al centro di accoglienza. La struttura, che potrebbe ospitare 300 persone, al momento ne accoglie circa 700. Una situazione al limite anche perche', a causa delle pioggia, molti sono i migranti costretti a vivere in tende di fortuna tra il fango.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un mese fa il drammatico naufragio a Lampedusa: oggi è ancora emergenza

Today è in caricamento