Open Arms, Salvini isolato e Conte può sbloccare la situazione: "Ma serve coraggio"

Sedicesima notte a bordo. La Procura apre un fascicolo per sequestro di persona, la Guardia Costiera dà il via libera all'ingresso in porto, il Garante detenuti "preoccupato". Conte potrebbe sbloccare la situazione, Magi: "Serve coraggio"

Foto: Ansa (archivio)

Sedicesima notte sulla Open Arms per i 134 migranti soccorsi nel Mediterraneo. Da Ferragosto la nave è ancorata davanti alle coste di Lampedusa, dopo il via libera all'ingresso nelle acque territoriali. C'è attesa per le decisioni della Procura di Agrigento che ieri ha aperto un'inchiesta per sequestro di persona e violenza privata, un "atto conseguenziale" ai due esposti presentati ieri dai legali di Open Arms e dai giuristi democratici. A bordo ci sono anche 28 minori non accompagnati, che da ieri hanno un tutore nominato dal Tribunale dei minori di Palermo.

Migranti, Camps e Strada: "Agire nelle prossime ore, sbarco immediato"

Oscar Camps fondatore di Open Arms e Gino Strada fondatore di Emergency spiegano perché fare sbarcare coloro che sono a bordo sia improcrastinabile:  "Sono persone che hanno vissuto l'orrore dei campi di detenzione in Libia: torture, stupri, lavori forzati. Hanno già sopportato enormi sofferenze, non possiamo aggiungerne altre. Negli ultimi giorni le condizioni di salute psicofisica si sono ulteriormente aggravate con atti di autolesionismo e minacce di suicidio che rendono ingestibile la situazione e mettono in pericolo imminente di vita le persone a bordo. Bisogna agire nelle prossime ore. Chiediamo che sia immediatamente autorizzato lo sbarco a Lampedusa prima che si aggiungano altre tragedie a quelle già vissute".

Open Arms, Salvini "resta solo": ultime notizie

Salvini "resta solo". In una comunicazione inviata agli uffici del Ministero dell'Interno, la Guardia Costiera visto l'atto "stragiudiziale" dei legali  di Open Arms, comunica che "non vi sono impedimenti di sorta" per l'attracco "senza indugio" a Lampedusa. Attracco non significa sbarco, ma è una presa di posizione che sta a indicare come la Guardia Costiera vuole che sia il Viminale ad assumersi tutta la responsabilità della situazione.

Il Viminale ha dato mandato all'Avvocatura dello Stato di impugnare la decisione del Tar a proposito del divieto di ingresso in acque territoriali per la Open Arms. Lo si apprende da fonti del Viminale, aggiungendo che peraltro nessun Paese europeo ha avanzato passi formali in direzione dell'accoglienza degli immigrati a bordo. Come abbiamo visto, gli atti formali possono essere conseguenti allo sbarco, che ancora non c'è.

"Conte potrebbe sbloccare la situazione, serve coraggio"

La Commissione europea ha reso informalmente noto l’elenco degli stati disposti ad accogliere i naufraghi dell’Open Arms: Francia, Germania, Lussemburgo, Portogallo, Romania e Spagna. Tuttavia per attivare i ricollocamenti è necessario che i governi attivino le procedure. Prima, in ogni caso, devono essere gli stati a consentire lo sbarco. Di fatto non è nemmeno iniziato l’iter che avrebbe consentito la soluzione della crisi perché Salvini negando lo sbarco blocca le trattative che sarebbero in mano a Palazzo Chigi.

Riccardo Magi di +Europa chiede al premier Giuseppe Conte un atto di coraggio: "L’articolo 10ter del Testo unico sull’immigrazione è chiarissimo: lo straniero, anche irregolare, deve essere comunque condotto per le esigenze di soccorso e di prima assistenza presso appositi punti di crisi. Il ministro dell’Interno non ha il potere di impedire lo sbarco. Conte si attivi subito in prima persona per sbloccare la situazione". Magi spiega: "Va chiarito una volta per tutte che il Ministro Interno non ha il potere di impedire lo sbarco, ha la prerogativa di indicare un porto di sbarco in funzione delle operazioni di accoglienza per l'identificazione e l'informativa sulla protezione, ma non quella di non indicarne nessuno. Il presidente Conte, che è intervenuto in maniera molto decisa sulla questione nella sua lettera a Salvini, si attivi subito in prima persona per consentire lo sbarco è il soccorso delle 134 persone a bordo della Open Arms tra cui ci sono ancora diversi minori”,

Open Arms, Garante detenuti "preoccupato" per situazione a bordo

Il Garante nazionale delle persone private della libertà segue con preoccupazione gli sviluppi della situazione delle persone salvate in mare e da due settimane a bordo della nave "Open arms". Lo rende noto lo stesso Garante in una nota. 

"La mancata designazione di un luogo dove sbarcare, così concludendo l'operazione di soccorso avviata più di quindici giorni fa - sostiene il Garante - , dove ricevere cura e assistenza, dove essere identificati e dove poter avere accesso in concreto agli strumenti di tutela previsti dal diritto internazionale, non ha soltanto effetti gravi nei confronti delle persone, ma espone anche il Paese al rischio di censure sul piano internazionale per il non adempimento di obblighi sottoscritti e ratificati in trattati e convenzioni di cui l`Italia è parte. Da oltre 24 ore l'imbarcazione è in acque italiane, pur senza l'autorizzazione a far sbarcare le persone a bordo: solo nei casi di deterioramento grave delle condizioni fisiche e psichiche viene concesso lo sbarco. Non è possibile che per godere di diritti che attengono alla persona in quanto tale e delle garanzie che sono costituzionalmente assicurate a chiunque si trovi nel territorio del nostro Paese, si debba giungere a condizioni così estreme. Mentre l'Autorità giudiziaria si sta pronunciando sul profilo di rilevanza penale che la situazione in essere potrebbe avere, il Garante nazionale torna a inviare monito e appello alle Autorità responsabili del nostro Paese perché possa concludersi nel modo meno rischioso per i singoli e per le istituzioni quanto tuttora si verifica nelle acque di fronte a Lampedusa".

Migranti, la presenza di Ong al largo non influisce sul numero di partenze

open arms lampedusa ansa-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Reddito di cittadinanza? No, grazie. La geniale trovata di Carlo per non lavorare

  • Temptation Island Vip 2019: puntate, coppie e tutte le anticipazioni

  • SuperEnalotto, estratto un 5+1 da mezzo milione di euro. I numeri vincenti di Lotto e 10eLotto

  • SuperEnalotto, estratto il 6 da 66 milioni di euro. I numeri vincenti e le combinazioni di Lotto e 10eLotto

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di oggi sabato 14 settembre 2019: i numeri vincenti

  • Oroscopo Paolo Fox, la classifica della settimana dal 16 al 22 settembre 2019

Torna su
Today è in caricamento