rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Cronaca Trapani

Migranti, a Trapani indagini su membri di ong e immigrazione clandestina

Il fascicolo svelato dal procuratore aggiunto di Trapani Ambrogio Cartosio in audizione davanti alla commissione Difesa del Senato: "Ma qualora si ravvisi il rischio di annegamento, è doveroso intervenire in attività di salvataggio"

“La procura di Trapani ha in corso indagini che concernono l’ipotesi di reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e che coinvolgono anche non le ong come tali ma soggetti, persone fisiche appartenenti alle ong”. Lo ha detto il procuratore aggiunto di Trapani Ambrogio Cartosio in audizione davanti alla commissione Difesa del Senato. “Naturalmente su queste indagini non posso aggiungere altro”.

Se la vita è a rischio non è punibile. Per il magistrato, qualora si ravvisi il rischio di annegamento, è doveroso intervenire in attività di salvataggio, “in quale punto si trovi non ha alcuna importanza”: “Potremmo dire che viene commesso il reato di favoreggiamento ma non è punibile ma operché compiuto per salvare una vita umana”.

Alla procura trapanese “non risultano contatti telefonici diretti tra persone che si trovano su terraferma libica e le ong”, ha detto Cartosio nel corso dell’audizione. Per quanto riguarda la localizzazione delle navi in mare, “questo dato, unitamente ad altri dati indiziari potrebbe costituire il compendio per supporre la partecipazione a un reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina”, non, però, “il dato da solo ma unitamente ad altre emergenze”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti, a Trapani indagini su membri di ong e immigrazione clandestina

Today è in caricamento