Sabato, 16 Gennaio 2021
Italia

Migranti, cosa succede nel Mediterraneo? Le ong tornano dopo settimane di "buio"

Mai così pochi sbarchi sulle coste italiane: l'ultima notizia risale infatti al 7 marzo, ma nel Mediterraneo da settimane non incrociano "osservatori indipendenti". E uno scontro tra Italia e Malta sulla titolarità di un soccorso era rimasta semi nascosta

La nave Mare Jonio riparte dal porto di Palermo. L'annuncio sui social di Mediterranea Saving Humans, la piattaforma delle associazioni italiane che con Nave Mare Jonio si alterna con le ong Sea Watch ed Open Arms nell'azione di monitoraggio delle migrazioni nel Mar Mediterraneo.

"Dopo un rinvio di qualche giorno per condizioni meteo avverse, la Mare Jonio molla gli ormeggi e torna a solcare il Mediterraneo centrale''

"Là dove è stato imposto il deserto torniamo a portare una voce di speranza e di rispetto dei diritti e della dignità della vita umana" spiega Mediterranea sottolineando come da settimane nel mediterraneo centrale siano assenti le navi delle Ong che in questi anni sono riuscite a far emergere scandali e drammi del traffico di migranti tra le coste africane e l'Europa

''Grazie ai tanti e alle tante che ci sostengono, grazie alle migliaia di persone diventate in questi mesi Mediterranea. Siamo insieme a bordo con ciascuna e ciascuno di voi, in questa nuova missione, e abbiamo sempre più bisogno del vostro supporto".

leoluca orlando mare jonio-2

Lo scorso 5 marzo un barcone di legno con 87 migranti a bordo era stato soccorso dalle autorità maltesi al largo di Lampedusa. Allora furono solo le autorità de La Valletta a a darne notizia dopo oltre 24 ore di rimpallo di responsabilità con la capitaneria di porto di Roma.

Tutto bene quel che finisce bene, ma restano alcuni interrogativi sulla reale situazione migratoria nel Canale di Sicilia. Senza le navi delle Ong a pattugliare le zone di ricerca e soccorso del Mediterraneo Centrale ogni informazione passa dalle autorità italiane che, almeno in questo caso, non hanno dato notizie di questo evento.

migranti 2019-2

L'ultima notizia di uno sbarco sulle coste italiane risale al 7 marzo quando una barca di 8 metri con 40 subshariani a bordo era stata intercettata a tre miglia e mezzo circa dalla costa di Lampedusa. Erano settimane che non si registravano sbarchi.

Come mostrano i dati dell'agenzia delle Nazioni Unite Unhcr negli ultimi mesi si è assistito ad una netta riduzione degli sbarchi, in particolar modo in Italia. Se infatti la rotta della Spagna resta decisamente "calda", il Mediterraneo centrale appare "chiuso". Appena 336 gli "arrivi" da inizio anno.

migranti 2019 italia-2

Non mancano le polemiche tuttavia per i centri di detenzione in Libia come mostrato in su La7 in un reportage di Adib Fateh Ali e Nello Trocchia realizzato per Piazza Pulita.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti, cosa succede nel Mediterraneo? Le ong tornano dopo settimane di "buio"

Today è in caricamento