Venerdì, 23 Aprile 2021

Migranti, Patronaggio: "Ong irrilevanti, da sbarchi fantasma il vero pericolo terrorismo"

"I porti libici non sono da considerarsi sicuri". Il Procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio lo spiega in audizione in Parlamento sul decreto sicurezza bis. "Alla magistratura spettano i controlli di legittimità"

Il procuratore di Agrigento, Luigi Patronaggio in una foto di archivio mentre scende dalla nave Diciotti

"Non c'è nessuna prova di collusione tra trafficanti e organizzazioni non governative". Lo ha detto il Procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio durante l'audizione su decreto sicurezza bis in Commissione Affari Costituzionali.  "Per quella che è la mia esperienza ma anche alla luce del lavoro svolto da procure vicine alla mia - ha sottolineato Patronaggio - finora non si è avuta la prova di collusione tra trafficanti e ong".

"Questo non significa che non vi siano contatti ad esempio tra parenti di migranti da paesi esteri che si attivano, ma si tratta di contatti non penalmente rilevanti. Quelli penalmente rilevanti sarebbero del tipo 'stiamo partendo vieni a prenderteli'".

"Le intercettazioni satellitari sono importanti e possono aiutare in questo tipo di indagine - ha aggiunto il procuratore - così come anche le indagini e le rogatorie con paesi che potrebbero garantire effettiva collaborazione giudiziaria. Con la Libia la collaborazione è particolarmente complessa, con Tunisia qualcosina si fa".

Patronaggio: "200 sbarchi durante caso Sea Watch"

Il pericolo maggiore alla sicurezza pubblica più che dai barconi che partono dalla Libia proviene dagli sbarchi fantasmi che arrivano dalla Tunisia spiega il procurate di Agrigento: "Gli sbarchi fantasmi sono un vero pericolo perchè chi arriva così vuole sottrarsi all'identificazione che invece nei casi deli barconi provenienti dalla Libia è inevitabile e i controlli in quei casi sono efficaci e effettivi".

"Alcuni terroristi che hanno compiuto azioni in Paesi europei sono arrivati in Europa passando proprio attraverso la porta Sicilia".

Patronaggio spiega anche che mentre l'attenzione in questi giorni era tutta concentrata sui 53 migranti a bordo della Sea Watch 3 sulle coste siciliane sono sbarcati 200 migranti con piccole imbarcazioni.

Il Procuratore di Agrigento inoltre ha sottolineato nel corso dell'audizione come gli arrivi di migranti con le navi delle ong rappresentano un dato statisticamente irrilevante"Sulle coste agrigentine il numero di sbarchi è calato dai 231 del 2017 ai 49 del primo semestre 2019. I migranti sono scesi da 11.159 a 1.084 dei primi sei mesi dell'anno."

Decreto sicurezza bis, qualche luce e non poche ombre

Dall'audizione del procuratore di Agrigento, in prima linea sul fronte dell'immigrazione clandestina, emergono poche luci e molte ombre nel decreto sicurezza bis varato dal governo su proposta del ministro dell'Interno Matteo Salvini.

"Se le finalita sono condivisibili" ha detto Patronaggio sottolineando l'utilità di strumenti come le intercettazioni preventive e le operazioni sotto copertura, il procuratore solleva criticità sulla norma che introduce l'illecito amministrativo per le ong. "Le problematiche che si pongono in sede penale si possono ora riproporre nelle sedi amministrative e davanti ai giudici di pace".

Su un altro punto il Procuratore di Agrigento è altrettanto chiaro: "i porti libici non sono da considerarsi sicuri e la mia procura sta raccogliendo al riguardo elementi da Unhcr e altre organizzazioni" e c'è una indagine coperta dal segreto istruttorio su come funziona la zona Sar della Libia.

"Se al legislatore spetta la scelta sulle norme da mettere in campo per contrastare fenomeni come il traffico di esseri umani e l'immigrazione clandestina alla magistratura spetta quello di effettuare controlli di legittimità".

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti, Patronaggio: "Ong irrilevanti, da sbarchi fantasma il vero pericolo terrorismo"

Today è in caricamento