Mercoledì, 2 Dicembre 2020

Migranti, rivolta nel centro di accoglienza: 30 in fuga

Nel corso di una rivolta scoppiata nell'hotspot di Bisconte a Messina sono rimasti feriti alcuni agenti delle forze di pubblica sicurezza. I sindacati di polizia: "Loro liberi di scappare e noi poliziotti aggrediti"

Foto di archivio

Sarebbero una trentina i migranti fuggiti dall'hotspot di Bisconte a Messina. Una situazione di caos all'ex caserma Gasparro che ha preoccupato i residenti anche per i timori inerentii rischi per la salute pubblica.

Come riporta Messinatoday il sindacato della polizia di Stato Siulp protesta per il mancato supporto assicurato agli agenti in merito ai continui sbarchi di migranti che a bordo di piccole imbarcazioni approdano alle coste siciliane 

"Gli agenti siano costretti a vigilare gli immigrati, ospitati in strutture tipo agriturismo o similare, liberi di poter scappare in qualsiasi momento - spiega il segreario generale Santino Giorgianni - Proprio in occasione di queste fughe diversi poliziotti sono stati aggrediti e sono finiti in ospedale per essere sottoposti alle cure sanitare".

"Parte degli extracomunitari provenienti dal nord Africa sono aggressivi e violenti, inoltre parte di loro evidenziano positività al Covid 19, mettendo a rischio la salute dei poliziotti e dei loro familiari".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo gli ultimi aggiornamenti del cruscotto statistico del Ministero dell'Intero sono 9.771 i migranti approdati sulle coste italiane negli ultimi 7 mesi. 

sbarchi migranti 2020-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti, rivolta nel centro di accoglienza: 30 in fuga

Today è in caricamento