Lunedì, 21 Giugno 2021
MILANO

Caffè 'corretto' con psicofarmaci: così la badante truffava gli anziani

In manette Grazia Barbara Bianchi, 44 anni. La donna avvicinava l’anziano di turno, proponendosi come 'dama di compagnia'. Poi metteva in atto il suo piano diabolico

Stringeva amicizia con anziani soli, poi una volta ottenuta la loro fiducia metteva in atto il suo piano 'diabolico'. A finire sotto la lente della Procura una donna italiana di 44 anni, Grazia Barbara Bianchi, ora agli arresti domiciliari. Secondo gli inquirenti è la responsabile di una serie di rapine nel milanese, tutte a danno di persone anziane.

La tecnica adottata, semplice ed efficace, ricalca un modus operandi consolidato ed affinato nel corso del tempo. La donna avvicinava l’anziano di turno, proponendosi come 'dama di compagnia', e ottenuta la fiducia, si introduceva in casa della vittima.

Una volta dentro si adoperava per preparare un caffè o una bevanda, nella quale scioglieva benzodiazepine, un potente psicofarmaco che causa svenimenti e manifesti stati confusionali. Un’aggressione subdola rispetto alla quale chiunque si troverebbe in difficoltà.

Oltre ai furti subiti, molti degli anziani hanno anche subito ricoveri ospedalieri che in alcuni casi si sono protratte per più giorni. 

Al fine di individuare eventuali ed ulteriori episodi criminali, nonché di consentire ad altre vittime di presentare denuncia presso le competenti autorità, la questura segnala alle persone che riconoscano episodi di truffa simili l’opportunità di contattare il Pool antitruffe della procura di Milano ai numeri 02/54332703 - 2025. (Da MilanoToday)
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caffè 'corretto' con psicofarmaci: così la badante truffava gli anziani

Today è in caricamento