Sabato, 19 Giugno 2021
Proteste

Mc Donald’s, sciopero dei dipendenti in tutta Milano

L'agitazione è stata indetta dai sindacati Uiltucs, Filcams e Fisascat dopo la chiusura della filiale di San Babila. I sindacati: "L'azienda vuole impedire fisicamente lo svolgimento delle riunioni"

MILANO - Il personale dei Mc Donald's di Milano e provincia sciopererà venerdì 31 luglio per solidarietà ai colleghi della filiale di San Babila trasferiti improvvisamente. Lo annuncia la Uiltucs Lombardia, precisando che "in 40 hanno ricevuto la lettera di trasferimento domenica 19 luglio, al termine del servizio di mezzogiorno e 4 persone sono state licenziate perché il loro ruolo risulta incompatibile con l'organizzazione aziendale".

Un comportamento inadeguato, denunciano i sindacati, che al momento non sembra neanche tanto disposta a "concedere" lo sciopero ai propri dipendenti: "Uiltucs, Filcams e Fisascat hanno aperto lo stato di agitazione nelle filiali Mc Donald’s di Milano, proclamato un ora di sciopero nella fascia della pausa pranzo e indetto delle assemblee informative.

"L’azienda, non contenta del suo discutibile comportamento - si legge in una nota - ha intimato al sindacato e ai dipendenti di non procedere con le assemblee. Pare, da indiscrezioni riportate dai dipendenti, che Mc Donald’s voglia attrezzarsi per impedire fisicamente lo svolgimento delle riunioni". I sindacati e i lavoratori "chiedono una soluzione positiva e concordata della vertenza che si aggiunge all’ormai annoso problema del rinnovo del contratto collettivo del turismo scaduto da ormai più di due anni".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mc Donald’s, sciopero dei dipendenti in tutta Milano

Today è in caricamento