rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
CRONACA / Milano

Riempie di botte la fidanzata, lei urla: "Non arrestatelo, lo amo"

Milano, è stato un vero e proprio pestaggio quello che, in un condominio di via Paoli, ha visto protagonista un 34 enne e vittima la sua fidanzata. L'uomo è stato arrestato ma la ragazza ha cercato di proteggerlo

MILANO. Un uomo di 34 anni è stato arrestato mercoledì 1 maggio dalla polizia dopo aver picchiato la fidanzata e altre persone in un condominio di via Pasquale Paoli, in zona Porta Ticinese.

Secondo quanto riportato dalla questura, intorno alle 9 una volante è stata chiamata per gli insistenti schiamazzi che provenivano dalla casa. Al loro arrivo gli agenti hanno trovato il 34enne in preda a un vero e proprio raptus, con la compagna che si era chiusa all'interno dell'abitazione e che presentava evidenti ematomi.

Non solo. Due vicini, una coppia, ha denunciato di essere stata aggredita e insultata dall'uomo mentre stava cercando di calmarlo, dopo aver visto le violenze alla fidanzata.

La donna ha confermato le violenze. L'uomo, alla vista dei poliziotti, ha dato ancora in escandescenze, cercando di malmenare gli agenti e urlando "Fascisti, fascisti!".

E' stato arrestato per lesioni personali, dopo aver minacciato di gettarsi dalla tromba delle scale. Mentre era portato in questura, la sua ragazza, in un atteggiamento che ha stupito e non poco i poliziotti, lo ha abbracciato perdonandolo, chiedendo di non arrestarlo e continuando a urlare "Amore mio, non farti portare via! Ti amo!". (da Milano Today)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riempie di botte la fidanzata, lei urla: "Non arrestatelo, lo amo"

Today è in caricamento