rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca Milano

Milano prigioniera della violenza: maxi rissa tra stranieri, due feriti

Accoltellati due giovani filippini davanti alla sede delle Regione Lombardia. Oggi lʼincontro tra il ministro dell'interno Alfano e il sindaco di Milano Sala per lʼinvio di militari per garantire la sicurezza in città

MILANO -  Riesplode il tema della sicurezza in una città che appare sempre più nelle mani delle bande violente: due giovani filippini sono finiti in ospedale al termine di una violenta rissa scoppiata proprio nel cuore amministrativo della Lombardia. E' successo venerdì sera: a dare l'allarme e guardie giurate che presidiano la sede della Regione e che hanno assistito alla rissa dalle telecamere di sorveglianza. 

Rissa tra stranieri, Milano si sveglia nel sangue

I Carabinieri, allertati dai vigilantes del palazzo della Regione, hanno fermato cinque persone: i due feriti non sono in pericolo di vita. Il primo, un diciottenne, è stato soccorso sul posto e trasportato al Niguarda per due coltellate inferte al petto e alla schiena.  L'altro, un sedicenne, dopo una fuga in metropolitana da Gioia verso Centrale, è stato soccorso sulla banchina dal 118 per una larga ferita al collo.

Oggi è atteso proprio a Milano il ministro dell'Interno Angelino Alfano, per un vertice sulla sicurezza nel capoluogo lombardo, vertice a cui saranno presenti il sindaco Giuseppe Sala e il prefetto Marangoni. In agenda il rafforzamento del contingente militare e un'ulteriore aumento delle forze dell'ordine nelle periferie a rischio come richiesto proprio pochi giorni fa dal primo cittadino.

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SU MILANO TODAY

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano prigioniera della violenza: maxi rissa tra stranieri, due feriti

Today è in caricamento