rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

"Nessun dubbio sulla Tav, i soldi ci sono e si farà"

Il ministro della Difesa Mario Mauro non ha dubbi: "Si tratta di una priorità, è un'opera necessaria e indispensabile". E dopo gli scontri di ieri a Roma, il M5s parla di "solita repressione"

ROMA - Ieri le proteste e gli scontri tra manifestanti e polizia a Roma, oggi le polemiche e le prese di posizione. "Non c'è nessun dubbio che i soldi per la Tav ci sono e la Tav si farà", ha ribadito il ministro della Difesa Mario Mauro intervistato a Omnibus su La7, spiegando che "il finanziamento della Tav è regolarmente garantito da questo governo, perché è sempre stato una priorità per i governi che ci hanno preceduto, sia di centrodestra sia di centrosinistra, dato che è considerata un'opera strategica".

E in merito alle tensioni esplose ieri a Roma da parte dei No Tav mentre era in corso a Villa Madama il vertice Italia-Francia tra il premier Letta e il presidente francese Francois Hollande, il ministro ha commentato: "I francesi erano sorpresi, perché il tema della contrapposizione alle grandi opere non ha più ragioni comprensibili sia dal punto di vista di una prospettiva ambientalista che da quello del collegamento in sé", aggiungendo che la Tav è "un'opera necessaria e indispensabile". E ha chiarito: "Un conto sono le manifestazioni, un conto sono gli atteggiamenti di natura criminale che cercano di frenare lo Stato, il quale ha il dovere di far rispettare la leggi".

Manifestazione Notav Roma 20 novembre 2013

Sul vertice italo-francese si registra la forte presa di posizione del gruppo del Movimento 5 stelle alla Camera. "Il vertice Letta-Hollande è avvolto nel mistero - ha affermato il gruppo - dell'incontro sappiamo soltanto che l'Italia si è presentata con un atto approvato da una sola Camera, del valore equivalente ai contratti del Monopoli". "Mentre nelle segrete stanze si recita l'ormai noto copione sull'opera strategica, irreversibile, prioritaria (quanto è successo in Sardegna non imporrebbe serie riflessioni in merito?) e insostituibile panacea di tutti i mali dell'Italia, nelle strade di Roma assistiamo alla solita repressione nei confronti dei manifestanti 'No Tav' giunti a Roma per ribadire le loro ragioni". "Rimane solo un dubbio - concludono i deputati M5S - La politica che vuole le grandi opere inutili è collusa o ottusa?".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Nessun dubbio sulla Tav, i soldi ci sono e si farà"

Today è in caricamento