Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Italia

Morbillo, c'è un "caso Sicilia": tre vittime in tre mesi, è epidemia

Un bimbo di 10 mesi ha perso la vita a Catania, presso l'ospedale Garibaldi. "Contagiato da chi non era vaccinato". È la terza vittima da inizio anno. Il primario del reparto di Rianimazione di Catania: "È essenziale vaccinarsi"

Il morbillo ha fatto tre vittime in tre mesi, l'ultimo un bimbo di 10 mesi che ha perso la vita a Catania, presso l'ospedale Garibaldi. È questo il bilancio dell'epidemia di morbillo in corso in Sicilia e che ha allarmato l'istituto superiore di sanità e il ministero della Salute che parla di "caso Sicilia".

Bimbo di 10 mesi morto per complicanze legate al morbillo

Come riporta Catania Today, Sergio Pintaudi, primario del reparto di Rianimazione dell'ospedale Garibaldi parla senza giri di parole di un'epidemia di morbillo in atto in Sicilia e che registra proprio a Catania il suo picco

"Tutto questo deve essere di monito spiega Pintaudi - è essenziale vaccinarsi per proteggere se stessi e gli altri. Il piccolo è stato contagiato da chi non era vaccinato e sappiamo che la mamma aveva contratto il morbillo",

Morbillo: tre morti in tre mesi in Sicilia

Era già sofferente per un difetto interatriale, e dal 3 al 16 marzo è stato ricoverato presso la Pediatria del presidio di Nesima per una broncopolmonite e bronchiolite in presenza di un virus respiratorio sinciziale. In seguito era stato dimesso perché in miglioramento ed avrebbe dovuto affrontare un controllo a distanza di dieci giorni. Successivamente, era stato ricoverato il 27 marzo, presso il reparto di Pediatria dell'ospedale di Acireale, con in corso le complicazioni dovute al morbillo. Nel pomeriggio del 4 aprile le condizioni respiratorie e cardiocircolatorie si erano aggravate, tanto da richiedere un trasferimento presso il Garibaldi-Centro, dove è poi morto.

Morbillo, il ministero della salute avvia attività monitoraggio

A seguito del decesso del bimbo di 10 mesi, su direttiva del Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, la Direzione generale della Prevenzione sanitaria del ministero e l’Istituto Superiore di Sanità, stanno svolgendo una intensa attività di monitoraggio dei fatti accaduti e della situazione sanitaria del territorio interessato, in stretto raccordo che le autorità regionali e locali.

Anche al fine di mettere a punto eventuali misure specifiche di intervento, il ministro Lorenzin ha sentito nel pomeriggio, tra gli altri, l’assessore regionale alla Sanità, Ruggero Razza e il sindaco di Catania, Enzo Bianco. Tutti i soggetti istituzionali coinvolti hanno convenuto sulla necessità di ribadire l’importanza della vaccinazione, per raggiungere l’immunità di gregge, unica arma contro una malattia che può avere purtroppo esiti mortali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morbillo, c'è un "caso Sicilia": tre vittime in tre mesi, è epidemia

Today è in caricamento