Domenica, 14 Luglio 2024
Il dramma / Milano

Muore di tumore a 14 anni: l'avevano rifiutata in due scuole perché disabile

La giovane voleva diventare grafica pubblicitaria: è stata rifiutata in due istituti milanesi

Non ce l'ha fatta la ragazzina di 14 anni malata di tumore che, nei mesi scorsi, era stata rifiutata due volte in due istituti superiori milanesi. La giovane stava terminando la terza media nella scuola interna dell'Istituto nazionale dei tumori (Int) a Milano. Ma la malattia ha preso il sopravvento. La sua storia, nei mesi scorsi, era stata raccontata dal quotidiano Avvenire: non le era stato permesso di iscriversi né al Rizzoli (dove mancavano insegnanti di sostegno), né al Caterina da Siena (per un ascensore non funzionante da tempo). La giovane aveva un osteosarcoma, una grave patologia neoplastica che colpisce le ossa. Le era stata amputata la gamba sinistra sopra il ginocchio. Questo, tuttavia, non aveva scalfito il suo entusiasmo e l'obiettivo di studiare da grafica pubblicitaria. 

Il primo "no" è arrivato dal Rizzoli di via Pusiano che, tramite la preside Paola Mondinari, aveva fatto sapere di non avere a disposizione insegnanti di sostegno per poter seguire adeguatamente la ragazza. Il secondo, invece, lo ha ricevuto dal Caterina da Siena di viale Lombardia, un plesso con 145 studenti disabili su 1.200, di cui 5 su sedia a rotelle. Il problema, aveva spiegato la dirigente scolastica Anna Patrizia Nava, è che da quasi 20 anni l'ascensore non funziona e il montacarichi si blocca ogni tanto, nonostante le riparazioni fatte a fine 2022.

Comune, città metropolitana e regione Lombardia, nonostante le continue richieste del comitato genitori pediatria dell'Int, non hanno mai risposto, se non con vaghe e vacue missive nelle quali si diceva di non avere responsabilità nel campo. I funerali della giovane saranno venerdì prossimo a Milano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore di tumore a 14 anni: l'avevano rifiutata in due scuole perché disabile
Today è in caricamento