rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Roma

Lo sciamano, i riti esoterici e i cadaveri di madre e figlia: l'ombra del satanismo dietro la morte di Luana ed Elena

La figlia avrebbe vegliato la madre per un mese, tanto che il corpo della donna era ormai mummificato. Sul campanello il nome dell'ex compagno, lo Sciamano Shekinà Shekinà come si faceva chiamare dagli adepti di una setta, e che ora promette di chiarire tutto

Portano verso il Salento le indagini per fare luce sulla morte di Luana Costantini, 54 anni, e di Elena Bruselles, 83, le due donne trovate cadavere in un appartamento di Roma, zona Monte Mario. Un macabro ritrovamento che potrebbe serbare molto altro. Ma partiamo dall'inizio.

Il fratello di Luana non riusciva a mettersi in contatto con lei e la madre da tempo, così decide di chiamare le forze dell'ordine: quando polizia e vigili del fuoco giovedì pomeriggio fanno irruzione nell'appartamento di via Giulio Salvadori trovano i corpi delle due donne. E così si scopre che Luana potrebbe aver vegliato la madre 83enne per quasi un mese: il corpo dell'anziana era infatti ormai mummificato. Il decesso della figlia risalirebbe invece a cinque giorni prima del rinvenimento. Ma c'è qualcosa che non torna in una vicenda che a prima vista sembrerebbe una tragedia famigliare. È forte il sospetto degli investigatori che l'anziana donna, malata di Alzheimer, possa essere deceduta nel corso di un rito esoterico portato avanti alla figlia, infermiera in una casa di cura: nella loro abitazione sono stati trovati candelabri, tuniche, formule magiche e centinaia di bottiglie birra vuote. Così si è appreso che la figlia potrebbe appartenere un movimento occultista noto sul web col nome Cubytrix.

Un ulteriore tassello di questa indagine viene dal nome che compare sul citofono dell'appartamento, quello dell'ex fidanzato dell'infermiera, Paolo Rosafio, che la polizia avrebbe rintracciato a Taurisano, in provincia di Lecce. Gli indumenti da uomo trovati nell'appartamento apparterrebbero a lui. Ma potrebbero esserci state anche altre persone nell'abitazione di Elena e Luana, forse dopo il decesso dell'anziana. Un punto sul quale adesso la polizia sta approfondendo gli accertamenti, come anche sulla pensione di vecchiaia e invalidità che avrebbe percepito la 83enne, per capire se sia stata ritirata nel mese di dicembre e forse anche novembre, quando però ormai la donna era già deceduta.

Sui corpi non sarebbero stati rilevati evidenti segni di violenza, ma sarà ora l’autopsia a chiarire i contorni della vicenda. Secondo un primo esame esterno da parte del medico legale, il decesso dell’83enne risalirebbe a prima di Natale, mentre la figlia è stata trovata in un'altra stanza accanto al letto. La settimana scorsa sarebbe stata incontrata da alcuni negozianti che riferiscono di averla vista in precarie condizioni psicologiche. Avrebbe detto di essersi lasciata con il fidanzato.

Ma chi è Paolo Rosafio? Gli accertamenti delle forze dell'ordine ora puntano a capire l'eventuale ruolo nella morte delle due donne dell'ex compagno della 54enne, Paolo Rosafio o Sciamano Shekinà Shekinà come si faceva chiamare anche dai vicini di casa. Rosafio mancherebbe da Roma da dicembre dopo aver convissuto con le due donne e, fintanto che è durato il loro legame, Paolo Rosafio e Luana Costantini avrebbero condiviso la passione per l’occultismo e l’appartenenza a una setta chiamata Cubytrix, che conta attività anche su Facebook e TikTok e che sarebbe stata fondata proprio dal salentino.

Su Rosafio non pende alcuna accusa. Ma è chiaro che ora gli inquirenti vogliono ricostruire, anche attraverso lui, cosa sia successo in quell’appartamento. Secondo i racconti dei vicini di casa Rosafio fino all’ultimo avrebbe tentato di convincere Luana a farsi aiutare da qualcuno, anche dopo la separazione. A raccontarlo sono i vicini di casa, del quartiere, che fino a dicembre hanno visto Rosafio fare la spesa al supermercato sotto casa. Rosafio, che si arrangiava vendendo alghe online e prodotti di bellezza, sui social da qualche anno si faceva chiamare lo sciamano. Con lo pseudonimo “Shamano Shekhinà Shekhinà” era a capo di una piccola comunità di fanatici dell’occulto e del paranormale: Cubytrix. Un luogo di incontro e di scambi di esperienze, ma anche di vendita di gadget particolari.

@cubytrix preparazione di oli di Cupido e di fertilità, con tanto tanto amore 30€ più spedizione #foryou #ritual #rituali #perteeee #GenshinImpact33 #foryourpage #pov #challenge #finiamoneiperte #inverno #copertina #trend #amor #legamento #magic #magia #love ? Il senso di ogni cosa - 2020 version - Fabrizio Moro

Sul suo profilo dal 2020 sono iniziate a comparire le foto con Luana Costantini, sempre al suo fianco, almeno fino a Natale 2022. Con Luana condivideva la passione per l’occultismo e l’esoterismo. Passioni che la donna aveva sempre avuto ma che probabilmente in compagnia dell’uomo erano divenute totalizzanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo sciamano, i riti esoterici e i cadaveri di madre e figlia: l'ombra del satanismo dietro la morte di Luana ed Elena

Today è in caricamento