rotate-mobile
Sabato, 25 Maggio 2024
Cronaca Belluno

Montagna, un'altra tragedia: morti due scialpinisti del Soccorso alpino

Le due vittime sono Enrico Frescura, di 30 anni, e Alessandro Marengon di 28. I due giovani sono scivolati sull'Antelao, nel bellunese. Per loro non c'è stato nulla da fare

Ancora una tragedia sulle Alpi, stavolta sull'Antelao, nel bellunese: due giovani scialpinisti hanno perso la vita. Le vittime si chiamavano Enrico Frescura, di 30 anni anni, appartenente al Soccorso alpino di Pieve di Cadore, e Alessandro Marengon, di 28, del Soccorso alpino del Centro Cadore, tutti e due di Domegge di Cadore.

Secondo una prima ricostruzione i due scialpinisti stavano affrontando la parte conclusiva del Canale Oppel, quando sono scivolati entrambi, fermandosi alcune centinaia di metri sullo sbocco sottostante. Intorno alle 8.30 è arrivato l'allarme dato da altre tre persone che stavano risalendo il canale.

Sul posto è intervenuto l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore, che ha recuperato con il verricello e poi trasportati in auto a Pieve di Cadore. "Il Soccorso alpino e speleologico Veneto - si legge in una nota - piange i suoi ragazzi e si stringe alle loro famiglie".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montagna, un'altra tragedia: morti due scialpinisti del Soccorso alpino

Today è in caricamento