rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca / Trento

Trentino stregato: valanga uccide due scialpinisti

Nuova tragedia sulle montagne del Trentino, in Val di Fiemme, dopo il drammatico incidente di ieri sul Cermis. Perdono la vita due scialpinisti, travolti da una valanga durante un'escursione

TRENTO - Nuovo dramma sulle montagne del Trentino Alto Adige. Due scialpinisti trentini sono stati travolti da una valanga in Val di Fiemme, vicino al lago della Busa, e sono morti.

Le ricerche dei soccorritori sono scattate ieri sera intorno alle 20 e il ritrovamento è avvenuto alle 22.20 grazie allo strumento di ricerca da valanghe Arva. Sul posto sono intervenuti il Soccorso alpino di Moena e della Val di Fiemme.

LE VITTIME - A perdere la vita sono stati Antonio Gianmoena e Claudio Ventura, entrambi 40enni trentini. Non sono mai arrivati alla meta della loro escursione e sono morti in Val Cadino, nelle Dolomiti di Brenta, nella zona orientale del Trentino.

Le vittime erano partite per l'escursione di scialpinismo in mattinata per percorrere la Val delle Stue. Avevano dato loro notizie per l'ultima volta intorno alle 11, poi il silenzio.

I due morti sotto la valanga si aggiungono al già grave bilancio della notte passata sul Cermis, dove sei turisti russi hanno perso la vita dopo che la loro motoslitta è finita in una scarpata.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trentino stregato: valanga uccide due scialpinisti

Today è in caricamento