Mercoledì, 2 Dicembre 2020
Pavia

Pavia, 80enne uccide il figlio disabile e poi si toglie la vita

Francesco Sali ha aspettato che la moglie e la badante uscissero per la messa domenicale poi ha impugnato la pistola e ha sparato al figlio 50enne, Carlo Alberto disabile dalla nascita, poi ha rivolto la pistola alla testa. L'omicidio-suicidio a Sant'Alessio

SANT'ALESSIO (Pavia) - Domenica mattina, poco prima delle 11, Francesco Sali, agricoltore 80enne, ha ucciso a colpi di pistola il figlio Carlo Alberto, 50enne, disabile dalla nascita, e poi si è tolto la vita con la stessa arma.

L'uomo ha aspettato che la moglie e la badante che vive con loro uscissero per la messa domenicale, ha impugnato la pistola che deteneva con regolare permesso, e poi ha aperto il fuoco contro il figlio. Poi ha fatto la stessa cosa verso se stesso.

I corpi di padre e figlio sono stati ritrovati dalla moglie dell'agricoltore al rientro dalla messa: inutili i soccorsi, il 118 ha immediatamente avvertito i Carabinieri accorsi nella villetta posta proprio di fronte all'oasi di Sant'Alessio. Una formalità l'arrivo della scientifica: la dinamica della tragedia è stata subito chiara agli investigatori, così come la motivazione che ha spinto l'anziano padre a porre fine alle sofferenze di quel figlio così sfortunato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pavia, 80enne uccide il figlio disabile e poi si toglie la vita

Today è in caricamento