Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca Pordenone

E' morto Diego Lorenzon, l'imprenditore che non pagò le tasse per salvare i dipendenti

Finito sotto processo, l'imprenditore fu poi assolto perché il fatto non costituiva reato. Aveva 53 anni

Il mondo dell'imprenditoria piange Diego Lorenzon, il dirigente che non pagò le tasse per salvare i suoi dipendenti. Titolare insieme ai fratelli della Pool Meccanica, azienda del settore dell'acciato a San Michele al Tagliamento, Lorenzon aveva 53 anni ed era malato da un anno. 

Era stato accusato di aver omesso il versamento delle ritenute Irpef per il 2012 in quanto durante la crisi aveva soltanto posticipato i pagamenti al Fisco, preferendo saldare prima i conti con i fornitori e pagare gli stipendi ai dipendenti, come ricorda Il Messaggero Veneto. Riuscì in questo modo a salvare la sua azienda e i posti di lavoro. Fu poi assolto perché il fatto con costituisce reato. Anche la pubblica accusa aveva chiesto la sua assoluzione. 

"È rimasto lucido fino alla fine – ha commentato il fratello – ha sempre messo i lavoratori al centro del progetto". Ha ricoperto svariate cariche in seno a Confindustria, tra cui quello di consigliere centrale degli industriali a Roma. "Diego Lorenzon – ha dichiarato il presidente di Confindustria Veneto, Matteo Zoppas - è uno di quegli uomini che ti fa sentire orgoglioso di essere imprenditore".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' morto Diego Lorenzon, l'imprenditore che non pagò le tasse per salvare i dipendenti

Today è in caricamento