rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
SALUTE

Un morto e tre intossicati: allarme formaggio "killer"

Un anziano morto e tre persone intossicate: tutti e quattro avevano mangiato alimenti prodotti dalla stessa azienda casearia. Indagini del Nas e in città scatta la psicosi

RIETI - Un morto e tre persone in gravi condizioni per intossicazione alimentari: a Rieti è psicosi "formaggio killer". I Nas di Viterbo, infatti, stanno investigando per fare luce sull'eventuale nesso tra l'intossicazione e il fatto che tutte e quattro le persone avessero consumato ricotta, latticini e formaggi da una nota azienda casearia del posto. 

Il primo caso a fare salire il livello d'allerta è stata la morte di un 74enne di Poggio Mirteto, nel reatino, che sarebbe deceduto a causa della listeriosi: una malattia infesttiva che si contrae solitamente ingerendi alimenti contaminati della "listeria monocytogenes", un batterio che si può trovare nel latte e derivati o nei cibi crudi. 

I figli dell'uomo deceduto hanno immediatamente presentato una denuncia alla procura della Repubblica di Rieti che sul caso ha aperto un fascicolo. Dopo il malore di altre tre persone, che avevano mangiato alimenti prodotti dalla stessa azienda, i Nas hanno fatto scattare le indagini. 

Intanto la Asl ha rassicurato che il "batterio che ha provocato la morte dell'anziano di Poggio Mirteto non è contagioso". In citta, però, la paura è tanta. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un morto e tre intossicati: allarme formaggio "killer"

Today è in caricamento