rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Lutti / Roma

Addio a James Gandolfini: "Tony Soprano" è morto in un hotel di Roma

L'attore americano, atteso come ospite d'onore al Festival di Taormina, ha avuto un malore nel bagno della sua camera d'albergo. E' arrivato al Policlinico senza vita

ROMA - E' stato il figlio 13enne Michael a chiedere aiuto per il padre, l'attore americano James Gandolfini, colpito da un malore nel bagno dell'Hotel Boscolo di Roma. Lo ha raccontato alla Nbc il manager dello stesso albergo, dove la star della serie Tv "I Soprano" è morta ieri per una crisi cardiaca.

Il manager ha confermato che Gandolfini era ancora vivo all'arrivo dell'ambulanza, che lo ha trasportato al Policlinico, dove però è arrivato morto, secondo quanto riferito alla Cnn un portavoce dell'ospedale.

James Gandolfini, boss sotto stress dei "Sopranos"

Secondo il racconto del manager dell'ambergo, Gandolfini avrebbe avuto un infarto nel bagno della sua stanza di albergo attorno alle 22 di ieri sera. Il figlio Michael, 13 anni, era con lui nella stanza e ha subito chiesto aiuto. Il personale dell'hotel è accorso, trovando l'attore a terra e cercando di rianimarlo.

Le cause del decesso saranno stabilite da un'autopsia. Prima che le autorità italiane autorizzino il rientro della salma negli Stati Uniti, l'Ambasciata americana di Roma dovrà rilasciare un certificato di morte, ha precisato la Cnn.

Gandolfini era in Italia per partecipare al Festival del Cinema di Taormina, dove era atteso nel fine settimana per una tavola rotonda con il regista Gabriele Muccino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a James Gandolfini: "Tony Soprano" è morto in un hotel di Roma

Today è in caricamento