Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca Palermo

Solo, sfrattato e senza lavoro: muore sul pianerottolo e la bara resta lì per due giorni

Dramma della solitudine e della disperazione. A trovare per caso il corpo dell'uomo, un 58enne, è stata una vicina

Un uomo di 58 anni è stato trovato morto all'ultimo piano di un palazzo in via Re Enzo, nel quartiere palermitano della Zisa. Venerdì era strato sfrattato. La sua bara è rimasta per due giorni sul pianerottolo, tra la paura e le lamentele dei vicini. 

E' una storia di solitudine e disperazione quella raccontata da Rosaura Bonfardino su PalermoToday. Una vita da alcolista, senza lavoro e solo, dopo la morte della madre, l'uomo da più di un anno e mezzo non pagava l'affitto di casa, un appartamento in un palazzo non lontano dai Cantieri Culturali e dal Castello della Zisa, spiegano gli altri inquilini. 

Venerdì scorso è intervenuto l'ufficiale giudiziario, che ha proceduto allo sfratto. Non sapendo dove andare, l'uomo si è rifugiato all'ultimo piano, dove non ci sono appartamenti ma solo l'uscita sul terrazzo. Lì è stato trovato, per caso, dall'inquilina del settimo piano. La donna lo ha visto chino su se stesso, con intorno un forte sentore di alcool, e ha chiamato subito gli altri residenti, pensando stesse male. Poi la macabra scoperta. 

Il feretro è rimasto per più di due giorni su pianerottolo, tra il viavai delle forze dell'ordine e della magistratura e le rimostranze di alcuni residenti. Ieri mattina, intorno a mezzogiorno, la bara è stata portata via dagli adetti del servizio funebre del Comune. 

La notizia su PalermoToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Solo, sfrattato e senza lavoro: muore sul pianerottolo e la bara resta lì per due giorni

Today è in caricamento