Venerdì, 14 Maggio 2021
Il dubbio da fugare

Pierpaolo Impagliazzo è morto per trombosi diffuse, la Procura indaga e chiede l’autopsia

Aveva ricevuto la prima dose di vaccino AstraZeneca lo scorso 25 marzo. Qualche giorno dopo aveva iniziato a sentirsi male. Adesso è partita un'indagine per capire se ci siano cause dirette tra la vaccinazione e il decesso

Un reparto di Rianimazione - FOTO ANSA

Era stato ricoverato in ospedale, ma alla fine è morto per trombosi diffuse. Una diagnosi, quella dei medici che ha inevitabilmente innescato un collegamento anche solo mentale con una eventuale dose di vaccino. In effetti lui, Pierpaolo Impagliazzo, 58enne sardo, aveva ricevuto la sua dose di AstraZeneca. Il collegamento è diventato un dubbio, sul quale adesso ci vuole vedere chiaro anche la Procura di Cagliari, che ha aperto un fascicolo di inchiesta, disponendo l’autopsia del corpo di Impagliazzo.

 Impagliazzo, che lavorava come civile alla centrale elettrica della base della Marina militare di La Maddalena, aveva ricevuto la prima dose di vaccino AstraZeneca lo scorso 25 marzo, poi ha cominciato a stare male con dolori addominali e vomito. L’uomo è stato subito ricoverato in un primo ospedale di La Maddalena, dove le sue condizioni sono sempre andate peggiorando. Tanto che prima si è reso necessario il trasporto in elicottero al nosocomio di Olbia e poi, sempre in elicottero, è arrivato in condizioni gravissime al reparto di Rianimazione del capoluogo cagliaritano. Sabato scorso però il 58enne, sposato e padre di due figlie, è morto. Il fatto che l’uomo abbia cominciato a stare male dopo la somministrazione del vaccino anti Covid e che il decesso sia avvenuto per una serie di trombosi, ha portato i medici a scrivere direttamente alla Procura del capoluogo regionale sardo.

Così il pm Marco Cocco ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo per cercare di fugare il dubbio che il decesso dell’uomo possa essere collegato in qualche maniera alla dose di AstraZeneca. Un primo passo in tal senso sarà sicuramente l’esito dell’esame autoptico, già disposto dal pm e fissato per domani, al quale parteciperà anche un consulente medico di parte della famiglia del tecnico, rappresentata dagli avvocati Alessio Bittu e Roberto Sirena.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pierpaolo Impagliazzo è morto per trombosi diffuse, la Procura indaga e chiede l’autopsia

Today è in caricamento